Ecuador - Guida al viaggio

Dati del paese

Capitale : Quito

Popolazione :  12.156.608 (ultimo censimento anno 2001)

Superficie :  283.560  km2 

Prefisso per l'Italia : 0039

Prefisso dall'Italia : 00593

 

CLIMA

L'Ecuador si trova sull'equatore, la linea immaginaria che divide in due la Terra, e dove le giornate durano sempre 12 ore. Ci si aspetterebbe dunque un clima equatoriale, caldo e umido tutto l'anno, con piogge costanti, ma questo è vero solo per la parte orientale del Paese e per la parte più settentrionale della costa, ricoperte dalla foresta pluviale. La parte centrale è infatti attraversata dalle Ande ed è dunque più o meno fredda a seconda della quota, mentre quasi tutta la parte occidentale, anche se è pianeggiante, risente di una corrente fresca oceanica, che abbassa un po' la temperatura e rende più arido il clima

Nell'estremo nord-ovest dell'Ecuador, al confine con la Colombia, e in tutta la vasta area amazzonica orientale, il clima è equatoriale, vale a dire caldo e umido tutto l'anno con piogge costanti. Il quantitativo di piogge annuali è davvero notevole, intorno ai 2.800/3.000 millimetri in gran parte delle zone pianeggianti. Le piogge si presentano soprattutto sotto forma di intensi rovesci pomeridiani. Il periodo (relativamente) meno piovoso nella zona amazzonica va da novembre a marzo (quando cadono comunque da 150 a 200 millimetri in un mese). La temperatura media oscilla tra i 26 gradi del nostro inverno (dicembre-gennaio) ai 23 della nostra estate (luglio è il mese meno caldo). Nella zona centrale del Paese, lungo i pendii orientali delle Ande, si trova la parte più piovosa dell'intero Ecuador.  E' vero che in genere le piogge sono molto scarse anche in questo periodo, ma nei periodi detti del Niño vi possono essere piogge abbondanti.

Nella parte centro-settentrionale della costa, il mare è caldo tutto l'anno, mentre nella parte meridionale diventa un po' fresco da luglio a novembre, come si può vedere nella tabella seguente

La parte centrale dell'Ecuador è attraversata dalle Ande, che sono divise in due cordigliere, e comprendono diversi vulcani di altezza ragguardevole.

Tra una cordigliera e l'altra si trovano altipiani su cui sorgono città importanti, come la capitale Quito, che è la seconda capitale più alta del mondo, con i suoi 2.850 metri. Qui le temperature sono miti, primaverili tutto l'anno, con massime intorno ai 19/20 gradi (ma con qualche giornata un po' più calda), e minime notturne intorno ai 10 gradi (ma qualche volta di notte la temperatura si può avvicinare allo zero).

Le piogge ammontano a 1.200 millimetri l'anno e sono più  frequenti da ottobre a maggio.

 

Clima isole Galàpagos

In queste isole abbiamo due stagioni: una stagione calda da dicembre a maggio, con massime intorno ai 29/30 gradi, e un periodo relativamente fresco, da luglio a novembre, detto garúa, con massime intorno ai 24/25 gradi (ma le minime rimangono accettabili, intorno ai 18/19 gradi), in cui il cielo è spesso velato da una nebbia che porta la condensazione di minuscole goccioline (la garúa da cui prende il nome la stagione) e da nubi basse (dovute all'inversione termica generata da correnti marine fresche). Questo periodo è il più secco lungo le coste e le pianure, mentre sulle alture le nubi possono scaricare delle piogge. La cima più alta è il Volcán Wolf, alto 1,707 metri, nell'isola Isabela.
La stagione calda da dicembre a maggio corrisponde invece al periodo più piovoso, ma normalmente le piogge non sono abbondanti, e comunque si verificano sotto forma di rovesci pomeridiani che non ostacolano più di tanto il sole. Il mese più piovoso è marzo.
Il mare è abbastanza caldo per fare i bagni da gennaio a maggio, mentre diventa un po' fresco nel periodo luglio-novembre, quando la temperatura scende a circa 21/22 °C.

 

 

ABBIGLIAMENTO

Per l'Amazzonia, in pianura, vestiti leggeri, in fibra naturale, magari a maniche lunghe per difendersi dalle zanzare; una felpa leggera e un impermeabile leggero per i temporali.

Per la pianura occidentale e la costa: vestiti leggeri, impermeabile e felpa leggera nella stagione delle piogge (dicembre-giugno al nord, gennaio-aprile al sud), felpa per la sera nella stagione più fresca (giugno-settembre).

Per la parte più meridionale della costa, tutto l'anno una felpa per la sera; da giugno a settembre, un maglione o una felpa, una giacca leggera.

Per Quito e le Ande, vestiti di mezza stagione, felpa o maglione, giubbotto caldo per la sera, cappello per il sole; impermeabile o ombrello soprattutto da ottobre a maggio.
Per l'alta montagna, vestiti caldi, piumino, berretto, guanti, sciarpa.

 

Isole Galàpagos

Da dicembre a maggio (periodo caldo): vestiti leggeri, una felpa leggera per la sera, un impermeabile leggero o un ombrello per i rovesci. Scarpe da trekking, felpa e impermeabile un po' più pesanti per le escursioni nelle colline interne e il Volcán Wolf.

Da giugno a novembre (periodo fresco): vestiti leggeri, felpa o maglione e giacca leggera per la sera; scarpe da trekking, felpa e impermeabile per le escursioni nelle colline interne e il Volcán Wolf.

Attrezzatura per snorkeling, scarpe acquatiche o con suola in gomma per la barriera corallina.


LINGUA

La lingua è lo spagnolo.


FUSO ORARIO

-6h rispetto all'Italia ; -7 ore da quando in Italia vige l'ora legale.

VALUTA

In Ecuador non esiste più la moneta nazionale il Sucre, ora viene usato il Dollaro U.S.A.

 

RELIGIONE

In prevalenza cattolica.

 

    DOCUMENTI NECESSARI

Non è necessari il visto per visitare l'Ecuador.

Il passaporto è necessario, con validità residua di almeno sei mesi al momento dell’arrivo nel Paese.   

 

SITUAZIONE SANITARIA

 L’assistenza sanitaria pubblica non é affidabile; esistono buone strutture private nelle principali città turistiche (Quito, Cuenca e Guayaquil). Si consiglia, pertanto, di adottare le dovute precauzioni e di evitare le zone all’interno del Paese con acque stagnanti.

 Vaccinazioni obbligatorie: febbre gialla, obbligatoria solo per coloro che intendano recarsi nella Provincia di Orellana (Regione Amazzonica ecuadoriana). All’arrivo e alla partenza dalla suddetta Provincia viene richiesto di esibire il certificato di avvenuta vaccinazione.

 

CAMERE DOPPIE, USO TRIPLA

Camere doppie, uso tripla. Ove previste e disponibili nelle strutture ricettive, corrispondono ad una camera doppia ( a due letti o matrimoniale) con un letto aggiunto di dimensioni ridotte, spesso sconsigliabile per un adulto. In alcuni alberghi per letto matrimoniale si intende in genere un letto alla francese, di dimensioni più contenute rispetto allo standard italiano. In alcuni Paesi (ad es. l’India) per letto aggiunto si intende un materasso con o senza brandina.

 

 

      TELEFONIA
L'Ecuador dispone di una buona rete telefonica sia fissa che cellulare.

NOTIZIE UTILI

Evitare di consumare pasti in luoghi dove l’igiene non è assicurata (chioschi lungo le strade, venditori ambulanti ecc.);

Evitare verdure crude, succhi di frutta fresca;

Consumare solo bibite o acqua in bottiglia e senza l’aggiunta di ghiaccio in quanto é possibile contrarre infezioni;

Tasse d'imbarco in uscita: Guayaquil (USD 29 circa), da Quito (USD 41 circa)

Tassa d’ingresso al Parco Nazionale di Cotopaxi (USD 10) e delle Galapagos (USD 100)

Le Informazioni relative alle tasse in partenza sono soggette a variaizoni senza preavviso.

  

 

 

 

 

 AMBASCIATE

Ambasciata d'Italia a QUITO
Calle La Isla, 111 y H. Albornoz, Quito, Ecuador
Tel.: (+593 2) 2561074
                       2561077
                       2238685
Fax: (+593 2) 2502818
Cellulare di servizio: (+593 9) 9780861
Orario di servizio: lunedì-mercoledì-venerdì dalle 8.00 alle 14.00/martedì-giovedì dalle 8.00 alle 17.00. Sabato e domenica reperibilità attraverso il cellulare di servizio.



Anteprima Ecuador


Durata 5 giorni
1340 €
Durata 8 giorni
1460 €
La vostra meta