Bhutan - Guida al viaggio

Dati del paese

Capitale : THIMPHU / PUNAKHA

Popolazione: 1.511.000

Superficie: 47.000  Km²

Prefisso per l'Italia : 0039
Prefisso dall' Italia : 00975

 

CLIMA

Clima tropicale di alta montagna, con forti differenze a seconda dell'altitudine. Le temperature oscillano da una minima di - 6 gradi ad una massima di 17 gradi  e in luglio a una minima di 13 gradi ed una massima di 30 gradi. I mesi estivi, da giugno a settembre, possono essere particolarmente piovosi. La stagione turistica va  da settembre a novembre nonostante il clima particolarmente rigido.

Il periodo ideale per visitare il Bhutan sono i mesi Marzo-Maggio e Settembre-Ottobre. Da Novembre a Febbraio fa relativamente freddo. Da Giugno ad Agosto piogge monsoniche.


LINGUA

Lingua ufficiale il Dzongkha che appartiene alla famiglia delle lingue tibetane. Al di fuori della capitale Thimpu l'inglese è pressoché sconosciuto.


FUSO ORARIO

+ 5 ore; + 4 ore quando in Italia vige l’ora legale.

 

VALUTA

1 Euro = circa 70,00 BTN Ngultrum

 

    RELIGIONE

    Buddista e induista.

 

DOCUMENTI NECESSARI

Documenti e Visti: i cittadini italiani devono essere in possesso di passaporto valido almeno sei mesi oltre la data di ingresso in Bhutan.

Noi ci occupiamo del visto. Circa 40 gg prima della partenza, inviamo, mezzo mail, scansione di 2 foto tessera a colori + scansione passaporto all’Alto Commissario del Bhutan di Delhi. 

Il visto vero e proprio si ottiene all’arrivo a Paro (Bhutan) . Il passaporto deve avere almeno due pagine libere.

 

SITUAZIONE SANITARIA

Non si registrano malattie endemiche. Non sono obbligatorie vaccinazioni.

 

TELEFONIA

Si possono fare telefonate internazionali da tutti i maggiori hotel anche se sono pochi quelli che hanno il telefono in camera per chiamate dirette. Le tariffe sono elevate e non è possibile telefonare con telefonata a carico del destinatario. Non c'è copertura per i cellulari.

 

    CULTURA

Il Bhutan sembra per molti versi oscillare tra l'era contemporanea e il Medioevo: i monaci trascrivono gli antichi testi buddhisti su computer portatili, gli arcieri vestiti in maniera tradizionale utilizzano archi e frecce in acciaio. Il Bhutan è stato descritto come 'un museo vivente' poiché i suoi dzong e i suoi templi antichi sono ancora al centro della vita moderna. Anche se si tratta dell'ultimo stato buddhista dell'Himalaia, non troverete una nazione di santi, asceti e monaci dediti alla vita spirituale, ma una popolazione vibrante, amante del divertimento e ben educata. Ogni aspetto della vita del regno è guidato dall'etica della religione ufficiale, il buddhismo Drukpa Kagyu. Tutta l'arte, la danza, il teatro e la musica bhutanesi trovano le loro radici profonde nel buddhismo. Il cibo bhutanese tradizionale contiene spesso del peperoncino e il piatto più tipico, l' 'ema datse', è fatto con peperoncini piccanti di grandi dimensioni in una salsa di formaggio. Anche se c'è moltissimo riso bianco, i bhutanesi preferiscono una varietà locale rossa, leggermente simile alla noce. Alle altitudini elevate, l'alimento principale è il grano. Nel paese sono diffusi molti piatti tipici tibetani, tra cui i 'momo' (pallottole di pasta bollita servite con carne o verdura) e il 'thukpa' (specie di pasta in brodo). Il grasso di maiale è molto diffuso nelle zone selvagge a causa del suo contenuto energetico:

 

Formalità valutarie

Le Autorità del Bhutan non accettano banconote indiane di taglio superiore alle 100 Rupie. Si consiglia di contattare le Autorità locali qualora si intenda esportare dal Paese oggetti usati e di farsi rilasciare un certificato che ne attesti l’origine. L’ordinamento bhutanese è infatti particolarmente severo sull’ esportazione di oggetti considerati di antiquariato.

 

CONSIGLI UTILI

  • Bere acqua sempre bollita o purificata o bere acqua e bevande in bottiglia aperte in presenza del consumatore, senza aggiunta di ghiaccio.
  • Evitare di consumare cibi crudi.
  • La popolazione, aperta e cortese, è molto tradizionalista. A tale riguardo si fa presente che per le visite a templi e in occasione di festivita' locali e' richiesto un abbigliamento adeguato.

NOTA:

All’arrivo in hotel è prassi che venga richiesto di firmare una ricevuta in bianco con i dati della carta di credito a garanzia di eventuali extra personali.

 

AMBASCIATA

In Bhutan non vi sono, al momento, Rappresentanze diplomatico/consolari italiane né di altri Paesi UE ai quali ci si possa rivolgere per ricevere assistenza in casi di emergenza o di crisi. In caso di necessità i connazionali devono prendere contatto con il Consolato Generale d’Italia a Calcutta (India) e quindi dell’Ambasciata d’Italia a New Delhi (India).

Ambasciata d'Italia competente:
Ambasciata d'Italia a New Delhi (India)
50E Chandra Gupta Marg, Chanakyapuri, New Delhi 110021, India 
Tel.: +91-11-26114355
Fax: +91-11-26873889
e-mail :
ambasciata.newdelhi@esteri.it



La vostra meta