Fine anno sulla Costiera Amalfitana

Durata 5 giorni

Fine Anno sulla

COSTIERA AMALFITANA

ARTE E PAESAGGI

29 dicembre 1917/2 gennaio 1918

5 giorni - treno e pullman

Speciale ArteViaggi

 

La strada statale n.163 Amalfitana, una delle più emozionanti d’Italia per gli splendidi panorami che offre, fu aperta solo nel 1840.  E’ tagliata in gran parte nella roccia e segue l’andamento della costa attraversando tutti i paesi. E’ quel  tratto di costa campana, situato a sud della penisola sorrentina, che si affaccia sul golfo di Salerno,  delimitato ad ovest da Positano e ad est da Vietri sul Mare. È un tratto di costa famoso in tutto il mondo per la sua bellezza naturalistica ed è considerato patrimonio dell'umanità dall'UNESCO; prende il nome dalla città di Amalfi, storicamente e geograficamente nucleo centrale della Costiera.



Condizioni di viaggio

Quota di partecipazione individuale:  

- minimo 25 persone paganti                                                €. 1140,00.=

- minimo 20 persone paganti                                                €. 1230,00.=

- minimo 15 persone paganti                                                €. 1320,00.=

 

Supplemento camera singola:                                   €.   140,00.=

 

 

Assicurazione  contro penale annullamento                    €.     75,00.=

(Facoltativa; no malattie pregresse; franchigia 15%) 

DA RICHIEDERE E PAGARE AL MOMENTO DELLA PRENOTAZIONE

 

La quota comprende:

ü  Viaggio Bologna/Salerno/Bologna treni FrecciaRossa, posti a sedereprenotati

ü  Pullman locale per lo svolgimento del programma

ü  Navetta a Positano

ü  Sistemazione in albergo indicato, camere standard (16m² con balcone) a due letti con servizi privati

ü  Trattamento di mezza pensione in albergo con prima colazione a buffet

ü  Pranzo in ristorante in Costiera ed a Salerno; pranzo di capodanno in albergo

ü  Bevande ai pasti: ½ minerale, ¼ vino, caffè

ü  Cenone-Veglione di San Silvestro con musiche e balli (bevande incluse: come ai pasti, più coppa spumante)

ü  Ingressi a: Chiostro del Paradiso ad Amalfi; Ravello: Duomo, Villa Ruffolo, Museo del Corallo; Badia SS.Trinità a Corpo di Cava; Battistero di Nocera.

ü  Impianto di radiocuffie per tutte le visite

ü  Assicurazione medico sanitaria e furto bagagli

 

La quota non comprende:

eventuali ulteriori bevande ed ingressi a pagamento, facchinaggio, pranzi  3° e 5° giorno, mance, facoltativi, quanto non espressamente indicato

 

 

 

Albergo previsto: MINORI PALACE – Minori – 4**** -

                                                                           www.minoripalace.com/it/

 

 

 

ACCONTO ALL’ATTO DELLA PRENOTAZIONE: €URO 420,00.= PIU’ EVENTUALE COSTO ASSICURAZIONE (€75). SALDO ENTRO IL 30 NOVEMBRE 2017  PER OPPORTUNITA’ O NECESSITA’ L’ORDINE DELLE VISITE PUO’ ESSERE VARIATO POSTI PULLMAN ASSEGNATI RISPETTANDO L’ORDINE DI PRENOTAZIONE (VERSAMENTO ACCONTO) PARTICOLARI ESIGENZE ALIMENTARI SONO DA COMUNICARE AL MOMENTO DELLA PRENOTAZIONE NUMERO MASSIMO PARTECIPANTI: 25 ALL’ENTRATA IN VIGORE DELL’ORARIO INVERNALE, LE TARIFFE FERROVIARIE POTREBBERO SUBIRE VARIAZIONI

Itinerario di viaggio

5 Tappe
Salerno

Salerno

1° giorno  - 29 dicembre - venerdì    - SALERNO

Ore 6,50 ritrovo nell’atrio principale della stazione ferroviaria di Bologna.  Treno Bologna/Salerno  ore 7,25/11,56  posti a sedere. Arrivati a Salerno, incontro con pullman e guida, pranzo in ristorante. Passeggiata in  città che ebbe la sua grande stagione al tempo dei Normanni quando, fra i sec XI e XII, fu la capitale dei loro domini nell’Italia meridionale, con la visita allo splendido Duomo (cattedrale metropolitana di Santa Maria degli Angeli e di San Matteo), uno dei più importanti monumenti medievali dell’Italia meridionale. Vi si accede per una seicentesca scalinata che si apre sulla Porta dei Leoni. L’interno a croce latina conserva preziosi sarcofaghi romani,  il più importante dei quali è quello della regina Margherita di Durazzo, e due amboni di grande pregio. Il campanile cilindrico, di grande valore storico ed artistico, è un'importante testimonianza della fusione arabo-normanna del periodo.

Si lascia il capoluogo per Vietri sul Mare, e si prosegue lungo la Costiera e, oltre la punta di Fuenti, si attraversano i piccoli borghi di pescatori e marinai di Cetara e di Erchie, si doppia capo d’Orso (dal belvedere panorama fino a Punta Campanella). Superato Maiori, con la spiaggia più estesa della costiera, si giunge a Minori, Sistemazione in albergo, cena e pernottamento

Atrani, Amalfi & Positano

Atrani, Amalfi & Positano

2° giorno  - 30 dicembre – sabato  - ATRANI-AMALFI-POSITANO   

Minori, prima colazione cena e pernottamento in albergo. Pranzo in ristorante.

Intera giornata in escursione in Costiera:

Positano, che vista dal mare appare quasi come una conchiglia, striata di colori diversi. Dal verde dei Monti Lattari che la incoronano fino al bianco, al rosa e al giallo delle sue case mediterranee, il grigio argento delle spiagge di ciottoli e, infine, il blu del suo mare. Borgo di fascino, famoso in tutto il mondo, frequentato da un turismo elegante, con stradine e scalinatelle pieno di innumerevoli piccole botteghe, atelier di artisti, ristoranti, caffè e negozi di abbigliamento con la ormai famosa “moda Positano”. Da ogni punto del paese si può ammirare la cupola in maiolica multicolore della Collegiata di Santa Maria Assunta che al suo interno custodisce l'icona della Madonna Nera di ispirazione bizantina e risalente al XVIII sec.

Praiano, il fiordo di Furore, Conca dei Marini, Vettica, perle della divina Costiera.

Amalfi, mito di fama mondiale, prima repubblica marinara, uno dei “mostri sacri” del turismo in Italia, per la dolcezza del clima, la struggente bellezza dell’architettura mediterranea fatta di vicoli intricati e bianche casette aggrappate  alle rocce, l’intenso azzurro del mare che contrasta con il verde della macchia mediterranea e i colori dei terrazzamenti coltivati. Il bel lungomare è il primo impatto; la “Ruga Nova Mercatorum”, via dei Mercanti, è la più celebre strada della città medievale, quasi rettilinea, fra il dedalo di stradine, spesso coperte e gradonate, e piazzette del borgo antico; eppoi il Duomo, il monumento-simbolo di Amalfi che si erge, maestoso e variopinto, quasi a picco sulla piazza; il suggestivo  Chiostro del Paradiso deliziosa costruzione in stile arabo, piccolo angolo d’oriente, circondato da bianche e sottili colonne.

Atrani, il più piccolo comune italiano per superficie, arroccato sulle ripidi pareti rocciose con un intricato tessuto viario:  è uno dei più pittoreschi agglomerati della Costiera.Per la bellezza dei vicoletti, degli archi, dei cortili, delle piazzette, delle caratteristiche scalinatelle, delle abitazioni, poste l'una sull'altra, per  il suo antico e intatto carattere di piccolo borgo di pescatori, e entrato a far parte dei Borghi più belli d’Italia.  Visita all’antichissima chiesa di San Salvatore de' Birecto.

Ravello

Ravello

3° giorno 31 dicembre domenica - RAVELLO

Minori, prima colazione cena e pernottamento in albergo. Pranzo libero.

Si sale a Ravello. Bella di una bellezza struggente, elegante nelle frequentazioni aristocratiche, magica nei giardini di delizie, indimenticabile per i panorami, Ravello lascia incantati gli amanti della pace, della natura, dell’arte. La cittadina medievale è diventata il luogo più ricercato e raffinato della Costiera, dove le personalità dell’arte, della cultura e dello spettacolo, trovano un’oasi al riparo della molestia della mondanità pubblica. Qui ogni chiesa è oppure contiene un capolavoro, ogni albergo si è insediato in un palazzo storico. Si visitano: il Duomo (1179)sulla piazza centrale, con la splendida porta di bronzo, l’ambone che costituisce l’unico esempio nell’Italia meridionale derivante da una tipologia bizantina, l’elegantissimo pergamo; Villa Rufolo, insieme di edifici del secoli XIII e XIV, in un giardino delle meraviglie che ispirò Richard Wagner, con un terrazzo a picco sul mare dove si svolgono i concerti estivi del festival wagneriano. Il Museo del Corallo fondato nel 1986 da una felice intuizione di Giorgio Filocamo di voler conservare il prezioso patrimonio di oggetti d'antiquariato tramandate dalla sua famiglia, che era la radice della sua grande vocazione di corallaro. Pezzi splendidi ed unici….

In serata all’interno dell’albergo cenone-veglione di San Silvestro con musiche dal vivo e balli.

Minori

Minori

4° giorno – 1 gennaio  lunedì - MINORI 

Minori, prima colazione cena e pernottamento in albergo. Pranzo di capodanno nel ristorante dell’albergo.

Minori, l'Antica Reghinna Minor, ancor oggi custodisce una traccia preziosa del suo passato, la splendida Villa Marittima Romana del I sec. d.C. raro esempio di villa al mare che è considerato il monumento romano più importante della Costiera Amalfitana. Era probabilmente di proprietà di un ricco personaggio della corte imperiale. Dopo tanti secoli ancora oggi ci si stupisce alla vista degli stucchi, degli affreschi e degli splendidi mosaici che decorano il Ninfeo. Questi reperti e la dolcezza del clima testimoniano come Minori fosse anche in passato un luogo di ozi e delizie. Poi il Duomo dedicato a Santa Trofimena; fu restaurato nel 1800 e sfoggia tre luminose navate e un pulpito marmoreo seicentesco. La basilica inferiore custodisce le spoglie della santa protettrice del paese.

Corpo di Cava, Nocera Superiore e ritorno

Corpo di Cava, Nocera Superiore e ritorno

5 giorno 2 gennaio martedì – CORPO DI CAVA - NOCERA SUPERIORE

Dopo la prima colazione, si ripercorre poi un tratto di costa per salire a Corpo di Cava, grazioso villaggio con mura turrite, per la visita alla Badia Benedettina della SS. Trinità, la cuiarmonica facciata settecentesca appare all’improvviso. La prima impressione è di un edificio di modeste dimensioni, ma in realtà nasconde un grandioso complesso monumentale ricco di storia, di arte, di santità.

Si giunge poi a Nocera Superiore e visita al Battistero di Santa Maria Maggiore. Siamo alle origini del Cristianesimo… Dal VI secolo dopo Cristo sfida il tempo in questo appartato angolo della Campania alle porte della Costiera Amalfitana. Una testimonianza di arte e di fede sorta sui resti della romana Nuceria Alfaterna. Una selva di colonne in marmi pregiati e raffinati mosaici policromi intorno alla grande vasca battesimale.

Si ridiscende a Vietri, poi  a Salerno; sosta sul bellissimo lungomare e tempo a disposizione per pranzo libero. Trasferimento alla stazione di Salerno in tempo utile per il treno Salerno/Bologna ore 17,07/21,35  posti a sedere seconda classe. 

Richiedi informazioni
A partire da 1140 €

QUANDO PARTIRE


29
Dicembre

Singole
Periodi
Garantite
Ultime disponibilità
Speciale Capodanno
Partenze complete


Lo trovi anche in