Fra le montagne e i castelli della Valle d'Aosta

Durata 4 giorni

FRA LE MONTAGNE ED I CASTELLI DELLA

VALLE D’AOSTA

4/8 ottobre 2018 - 4 giorni  pullman

 

Speciale ArteViaggi

 

Monte Rosa, Monte Bianco, Cervino, Gran Paradiso, Gran San Bernardo, montagne famose che ci portano con la mente in questa piccola regione autonoma. Massicci montani, grandi ghiacciai, valichi praticati dall’antichità, conche alpestre foreste, la pregiata flora e fauna alpina monumenti romani e medievali, castelli, architettura rustica, sono gli  elementi di grande interesse della valle dove storia, paesaggio, arte, natura si intrecciano indissolubilmente.



Condizioni di viaggio

Quote di partecipazione individuale:              

minimo 25 persone paganti                                                      € 650,00.=

minimo 20 persone paganti                                                      € 710,00.=

minimo 15 persone paganti                                                      € 800,00.=

 

Supplemento camera singola:                                             €   90,00.=

(secondo disponibilità)

 

Supplemento camera doppia uso singola:                          €  120,00.=

 

Senza i tre pranzi in ristorante, riduzione di                         € 100,00.=

 

ASSICURAZIONE RINUNCIA AL VIAGGIO                           €   40,00.=

(facoltativa - escluse malattie pregresse – franchigia 10%).                        

Da decidere e pagare all’atto della prenotazione

 

LA QUOTA COMPRENDE:

Viaggio in pullman gran turismo Sistemazione in albergo quattro stelle a Saint Vincent, camere a due letti con servizi privati Trattamento di mezza pensione con prima colazione a buffet e tre pranzi in ristorante Ingressi: Castelli di Issogne e Fenis; siti di Aosta Guida parlante italiano per tutte le visite Assicurazione medico sanitaria e furto bagagli

 

 

LA QUOTA NON COMPRENDE: mance, pranzo quarto giorno, facoltativi, facchinaggio, bevande ai pasti, eventuali ulteriori ingressi a pagamento, impianti di risalita, extra personali, quanto non espressamente indicato nella quota comprende.


Itinerario di viaggio

4 Tappe
Pont Saint Martin, Castelli Di Bard e di Issogne

Pont Saint Martin, Castelli Di Bard e di Issogne

1° giorno 4 ottobre giovedì  – PONT SAINT MARTIN, CASTELLI DI BARD E DI ISSOGNE

-          Ore 6 – Bologna, stazione autolinee, piazzale interno, pensilina 25

-          Ore 6,10 – Bologna, viale Gandhi, fermata Atc Certosa Chiesa, direzione periferia

-          Successivi carichi ai caselli autostradali di Modena Campogalliano, Reggio Emilia, Parma

Autostrada del Sole, Piacenza, A/21, Alessandria, A/26, Vercelli, Ivrea, A/5. Uscita a Pont Saint Martin. Il ponte che scavalca il Lys è romano del I sec. a.C., come è romano il tratto di strada (era la via consolare delle Gallie) con un arco tagliato nella roccia che si vede poco oltre Donnas Bard, chiuso nella gola e sovrastato dallo scenografico Forte. Il Forte di Bard, costruito nel sec XI, trasformato poi in fortezza, fu demolito per ordine di Napoleone. L’attuale edificio, che comprende tre distinti complessi fortificati uniti da passaggi coperti, è il rifacimento del 1831 voluto da Carlo Alberto. Rappresenta uno dei migliori esempi di fortezza di sbarramento di primo Ottocento. Vi fu tenuto prigioniero Camillo Benso di Cavour. Visita del borgo medievale e degli esterni del forte.

Pranzo in ristorante. Il pomeriggio visita del castello di Issogne, uno dei più belli, se non il più bello,  della Valle d’Aosta, esempio di fastosa residenza signorile quattrocentesca. Costruzione quadrilatera con torri angolari, che ben rappresenta le forme di passaggio dal gotico al rinascimento. Costeggiando la Dora Baltea, fra le cime delle Alpi ed alture spesso caratterizzate da rovine di castelli, si giunge Saint Vincent, una delle località più “nobili” della regione.  

Sistemazione in albergo cena e pernottamento.

Aosta e Cogne

Aosta e Cogne

2° giorno 5 ottobre venerdì – AOSTA E COGNE

Valle d’Aosta,  prima colazione cena e pernottamento in albergo. Pranzo in ristorante.

Il mattino visita con guida della città di Aosta, con le quasi intatte mura, la medievale collegiata di Sant’Orso ed il suo splendido chiostro romanico, i monumenti romani fra cui l’Arco di Augusto, il Teatro, il  criptoportico forense, la basilica paleocristiana di San Lorenzo e la Porta Pretoria, le atmosfere urbane alpestri, la Cattedrale. La periferia è segnata da un recente sviluppo dovuto ai traffici con la Francia e la Svizzera verso il Nord Europa che si svolgono attraverso i trafori del Monte bianco e del Gran San Bernardo.Il pomeriggio escursione a Cogne, rinomata località in testa alla omonima valle, ai piedi del Gran Paradiso, al centro dell’ampia prateria di Sant’Orso.  Visita al centro del paese, caratterizzato dalla Parrocchiale di Sant’Orso, già esistente nel 1202, e rimaneggiata nell’800. Sulla piazza principale si trovano il Castello Reale, una casa-forte di epoca romanica, ed una fontana in ferro ottocentesca che ricorda la lunga attività delle miniere.

Courmayeur, Monte Bianco, Castello Di Fenis

Courmayeur, Monte Bianco, Castello Di Fenis

3° giorno 6 ottobre sabato– COURMAYEUR, MONTE BIANCO, CASTELLO DI FENIS

Valle d’Aosta, prima colazione, cena e pernottamento. Pranzo in ristorante a Courmayeur

Il mattino escursione a Courmayeur, una delle più famose  stazioni alpine italiane,  in una bella conca ai piedi  dell'immensa bastionata  di  rocce  e  ghiacciai   del  Monte  Bianco, la una delle montagne più alte d’Europa. Dal campanile della chiesa alla cima del Monte Bianco c’è uno spazio di soli nove chilometri. Quattro passi e fotografie…  Nonostante le nuove costruzioni  che ne hanno modificato l’impianto urbanistico originario, il centro storico offre ancora antiche testimonianze, in particolare la parrocchiale dei Ss. Pantaleone e Valentino.Se il tempo sarà buono e la funivia in funzione, possibilità di salita (facoltativa) al Rifugio Torino, dove il panorama sul Monte Bianco è mozzafiato e di  incredibile bellezza.

Durante il percorso si ammirano i numerosi castelli, quali Sarre, St. Pierre, Aymavilles, Blonay, Avise. Ad Avise spicca la parrocchiale di San Brizio con un bel campanile quattrocentesco

Il pomeriggio visita al castello di Fenis, il più fascinoso a vedersi, perché il più completo dei castelli valdostani. Trecentesco, è uno degli esempi di castelli destinati ad abitazione e fortificato. All’interno ancora arredi dell’epoca. 

Il Cervino

Il Cervino

4° giorno 7 ottobre domenica – IL CERVINO, MITICO E SPETTACOLARE

Dopo la prima colazione percorriamo la Valtournanche fino a Breuil-Cervinia (mt. 2006) una della più celebri e frequentate località turistiche d’Europa, situata in una conca racchiusa da uno spettacolare anfiteatro di montagne:  Les Jumeux (m 3875), il Dent d’Herens (m 4179), il Corno di Teodulo (m 3468), la Testa Grigia (m 3480), la Gobba di Rollin (m 3902) ed infine il mitico e spettacolare Cervino (m 4478).  Tempo a disposizione per godersi gli splendidi e grandiosi panorami, e, se impianti funzioneranno, per salire ancora più in altro fra i ghiacciai. Pranzo libero.

Nel pomeriggio partenza  per il rientro a Bologna, stessa  strada  dell'andata.

Richiedi informazioni
A partire da 800 €

Lo trovi anche in