Gran Tour del Caucaso: Azerbaijan, Georgia e Armenia

Durata 13 giorni

CAUCASO

Viaggio in Azerbaijan, Georgia e Armenia

 

Esclusiva Viaggi dell’Elefante con accompagnatore dall’Italia

Minimo 6 partecipanti

 

17 giorni/16 notti

PROGRAMMA IN LAVORAZIONE 

Un gran viaggio in Azerbaijan, Georgia e Armenia, alla scoperta di grandi ricchezze archeologiche, religiose e naturalistiche. Il tour tocca le principali località, dalla moderna capitale Baku, centro d’arte e di eventi internazionali, a  Sheki, con il bellissimo Palazzo d’Estate del Khan, per passare poi a Tbilisi, capitale della Georgia. Si viaggerà inoltre,  in una delle regioni più affascinanti della Georgia, lo Svaneti, dove castelli medievali si stagliano su un paesaggio montano mozzafiato; l’alto Svaneti è patrimonio mondiale dell'UNESCO e ospita il più alto villaggio abitato in Europa, Ushguli, a 2100 metri slm.

Si terminerà con l’Armenia per ammirare l’affascinante architettura dei monasteri e le testimonianze della civiltà cristiana tra l’Ararat e il Caucaso. 

 

I plus dell’Elefante

-          Accompagnatore dall’Italia al raggiungimento di 15 partecipanti

-          Visita approfondita di Baku

-          Degustazione di grappa Chacha tipica delle Georgia

-          Visita ad una famiglia molokana in Armenia

-          Concerto di duduk, tipico strumento musicale armeno, nel tempio di Garni

 

Esperienze consigliate

Visitare il Jazz club Malkhas a Yerevan per un dopo cena all’insegna di ottima musica



Condizioni di viaggio

Hotel 4* o similare

Baku – 4* Boutique 19

Sheki – 4* Sheki Palace

Tbilisi – 4* Museum hotel

Kutaisi – 4* Best Western  

Mestia – 3*+ Posta  

Yerevan – 4* Opera suite o Tufenkian Historic

NOTA: Le classificazioni qui riportate sono attribuite dalle autorità locali competenti e pertanto non sono comparabili a quelle europee.

 

CONDIZIONI DI VIAGGIO

Viaggio di gruppo minimo 6 partecipanti

Prezzi per persona a partire da:

 

7 agosto da Euro 3.420,00            Supplemento Singola: Euro 775,00

 

Tasse aeroportuali a partire da Euro 370,00 (soggette a riconferma)

Quota d’iscrizione obbligatoria Euro 70,00 a persona (comprende assicurazione medico-bagaglio)

Protezione Elefante: vedi sezione documenti utili del sito www.viaggidellelefante.it

 

La quota comprende

-          Voli in classe economy

-          Pernottamenti negli alberghi menzionati

-          Visite, escursioni e attività da programma, ingressi ai monumenti e ai musei inclusi

-          Guida parlante italiano

-          Pensione completa

-          Trasferimenti da/per gli aeroporti e durante il tour in pullman privato

-          Mezza acqua minerale al giorno a persona sul pullman

-          Kit da viaggio, guida dell’Armenia e Georgia e Azerbaijan

-          Visto Azerbaijan

La quota non comprende

-          Tasse aeroportuali e pacchetto assicurativo

-          Bevande extra

-          Mance (obbligatorie, suggeriamo circa 5€ a persona al giorno)

-          Tutto quanto non espressamente menzionato nella voce “la quota comprende”.

La quotazione è in Euro.

 

Visto per l’Azerbaijan

Per ottenere il visto è necessario:

-          Scansione del passaporto a colori con validità minima di sei mesi

-           Due pagine completamente libere

-          Scansione di una fotografia recente a colori formato tessera con sfondo bianco.

-          Un modulo compilato in tutte le parti dal titolare del passaporto (che inoltreremo al momento della conferma). 


Itinerario di viaggio


Baku

Baku

1° giorno, 7 agosto         Italia – Baku

Partenza con volo di linea dall’Italia con scalo. Arrivo e trasferimento in albergo. Pernottamento a Baku.

Gobustan

Gobustan

2° giorno, 8 agosto         Baku (Gobustan)

Prima colazione in hotel. Intera giornata dedicata alla visita di Gobustan, dove, all’interno di un sorprendente sito risalente al neolitico, si possono ammirare più di 4.000 iscrizioni che risalgono a oltre 12.000 anni fa. Proseguimento verso la zona dei “Vulcani di Fango”, una delle maggiori attrattive naturali dell’Azerbaijan, dove sono presenti più di 100 vulcani che conferiscono all’area un suggestivo aspetto lunare. Rientro a Baku dove si potrà ammirare Baku Bay, il porto naturale della città; pranzo in ristorante locale. Nel pomeriggio, proseguimento delle visite di Baku con la città vecchia, i caravanserragli, la famosa Torre della Vergine, le antiche moschee ed infine il Palazzo degli Shrivanshah. Passeggiata lungo il Baku boulevard. Rientro in albergo, cena e pernottamento.

Absheron

Absheron

3° giorno, 9 agosto   Baku (Absheron)

Prima colazione. Giornata dedicata alla visita della penisola di Absheron, dove sono visibili gli scheletri dei vecchi impianti petroliferi ed alcuni castelli medievali; si raggiunge il Tempio di Ateshgah, luogo di culto dell’antica religione di Zoroastro, nel villaggio di Surakhani. Si parte poi per Yanardagh– “la montagna che brucia”, una delle bellezze naturali dell’Azerbaigian; qui, a causa della presenza di gas naturale, si generano spontaneamente dal terreno delle fiamme. Pranzo in ristorante locale. Nel pomeriggio visita al centro culturale Heydar Aliyev (chiuso il lunedì). Il complesso è stato progettato dall’ architetto britannico-iracheno Zaha Hadid. Proseguimento con il museo di Tapetti (chiuso il lunedì). Cena in ristorante locale. Dopo cena, Baku by night. Pernottamento in albergo.

Sheki

Sheki

4° giorno, 10 agosto Baku – Sheki

Prima colazione e partenza per Sheki, una delle città più importanti lungo la Via della Seta. Durante il tragitto, sosta al villaggio di Mereze per la visita del mausoleo di Diri Baba, un sufi il cui corpo, sepolto qui nel 1402, rimase miracolosamente intatto. Il santuario fu costruito sfruttando una caverna naturale e nel corso dei secoli è diventato meta di pellegrinaggio. Pranzo in ristorante. Il pomeriggio visita al mausoleo di Yeddi Gumbaz (o delle sette cupole). Proseguimento con la visita alla sinagoga di Oguz e alla chiesa del VI secolo. Arrivo a Sheki e visita del Palazzo d’ Estate di Khan (XVIII) secolo, caratterizzato da magnifici affreschi, e del Museo Storico, dove sono conservati interessanti manufatti provenienti da diversi periodi storici. Sistemazione in albergo, cena e pernottamento.

Lagodekhi, Gremi, Kvareli, Sighnaghi, Kakabeti e Tbilisi

Lagodekhi, Gremi, Kvareli, Sighnaghi, Kakabeti e Tbilisi

5° giorno, 11 agosto Sheki –Lagodekhi (frontiera) – Gremi – Kvareli – Sighnaghi – Kakabeti – Tbilisi

Prima colazione. Partenza per il confine Azero-Giorgiano (Lagodekhi), cambio di auto e di guida. Visita della regione di Kakheti, nota principalmente per le vigne e le industrie vinicole, iniziando dal complesso architettonico di Gremi. Il pranzo sarà consumato presso l’abitazione di un contadino, per entrare nel vivo delle tradizioni locali. Nel pomeriggio visita a Sighnaghi, pittoresca cittadina ricca di monumenti storici. Al termine della visita, degustazione di vino georgiano e chacha presso una azienda vinicola. Cena in ristorante, pernottamento in albergo.

Tbilisi

Tbilisi

6° giorno, 12 agosto Tbilisi

Prima colazione e visita della capitale della Georgia, iniziando dalla chiesa di Metekhi, da dove si può godere una bellissima vista sulla vecchia Tbilisi. Pranzo in ristorante. Proseguimento con la visita dell’antica fortezza di Narikala. Si terminerà con il Museo Storico. Rientro in albergo, cena e pernottamento.

Mtskheta, Gori, Uplistsikhe e Kutaisi

Mtskheta, Gori, Uplistsikhe e Kutaisi

7° giorno, 13 agosto   Tbilisi – Mtskheta – Gori – Uplistsikhe – Kutaisi

Prima colazione. Visita della antica capitale della Georgia, Mtskheta con la chiesa di Jvari (VI sec.) e la cattedrale di Svetitskhoveli (XI sec), dove è sepolta la tunica di Cristo; sia Jvari che Svetitskhoveli sono state dichiarate Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO. Proseguimento con la città rupestre di Uplistsikhe, sorta nel VI secolo a.C. e abitata fino al XIII secolo, quando fu distrutta dai mongoli; la città, riportata alla luce dagli archeologi a partire dal 1957, conserva ancora le dimore, i mercati, le cantine, i forni, il teatro e la chiesa della basilica a tre navate, costruita sulla roccia. Pranzo in ristorante. Al termine, visita del museo di Stalin a Gori. Proseguimento per Kutaisi, sistemazione in albergo, cena e pernottamento in albergo.

Gelati, Grotta di Pometeo e Mestia

Gelati, Grotta di Pometeo e Mestia

8° giorno, 14 agosto       Kutaisi – Gelati – Grotta di Pometeo – Mestia

Prima colazione e visita di Kutaisi, la seconda città più grande della Georgia. Si visiteranno l’Accademia e il Monastero di Gelati, un complesso monastico nella regione di Imereti. Proseguimento con la Cattedrale di Bagrati, che, assieme al Monastero, è patrimonio mondiale UNESCO. Si continua con le grotte di Prometeo, una delle meraviglie naturali della Georgia, dove stalattiti, stalagmiti, laghi e fiumi sotterranei, creano scenari di assoluto e straordinario fascino. Pranzo in ristorante. Nel pomeriggio proseguimento verso la Diga di Inguri, la più grande d’ Europa; al termine, partenza per Mestia, cena e pernottamento.

Ushguli

Ushguli

9° giorno, 15 agosto   Mestia (Ushguli)

Prima colazione. Partenza per Ushguli, uno splendido villaggio situato a 2100 m slm, che rappresenta il centro permanentemente abitato più alto in Europa e anch’esso patrimonio dell’UNESCO. Le numerose torri medioevali troneggiano sulle verdi distese dei prati sormontate dal picco ghiacciato del monte Shkhara, a ben 5068 metri di altezza. Isolata, sorge la bellissima chiesa di Lamaria, risalente al XII secolo. Lungo il tragitto saranno effettuate delle soste per visitare villaggi remoti e chiesine con antichi affreschi. Pranzo in una famiglia locale a base di piatti tradizionali Svan. Rientro a Mestia e tempo libero a disposizione. Cena e pernottamento.

Zugdidi e Tbilisi

Zugdidi e Tbilisi

10° giorno, 16 agosto Mestia – Zugdidi –  Tbilisi

Prima colazione. Partenza per Zugdidi e visita del Palazzo di Dadiani, appartenente agli ex duchi di Samegrelo. Pranzo in ristorante. Rientro a Tbilisi, cena di arrivederci e pernottamento.

Stepantsminda

Stepantsminda

11° giorno, 17 agosto Tbilisi (Stepantsminda)

Prima colazione. Partenza alla volta del complesso di Ananuri (XVII sec.), lungo la grande strada militare Georgiana. Da Stepantsminda, a bordo di veicoli 4x4, si attraverseranno magnifiche valli e incantevoli   boschi per giungere infine alla chiesa della Trinità di Gergeti, che sorge a 2170 m slm. In serata rientro a Tbilisi. Cena e pernottamento.

 

***Il viaggio può terminare anche il 12esimo giorno, prima del passaggio del confine con l’Armenia*** Riduzioni su richiesta.

Haghpat, Fioletovo e Dilijan

Haghpat, Fioletovo e Dilijan

12° giorno, 18 agosto    Tbilisi – Haghpat – Fioletovo - Dilijan

Prima colazione. Trasferimento al confine tra Georgia ed Armenia. Cambio del pullman e della guida. Partenza per Alaverdi e visita al monastero Haghpat, riconosciuto come una delle opere più importanti dell’architettura medievale armena, iscritto nella lista UNESCO. Pranzo in ristorante. Proseguimento per il villaggio Fioletovo,abitato dai molokan, minoranza religiosa di origine russa. Tea time presso una famiglia locale. Partenza per Dilijan. Cena e pernottamento a Dilijan.

Sevan, Noraduz e Yerevan

Sevan, Noraduz e Yerevan

13° giorno, 19 agosto    Dilijan – Sevan – Noraduz – Yerevan

Prima colazione. Passaggio per la città di Dilijan. Partenza verso il lago Sevan, uno dei laghi più grandi del mondo. Proseguimento verso la penisola di Sevan, dove si visiteranno due monasteri del X secolo. Partenza per Noratus, un antico cimitero medievale. Pranzo in un caseificio locale e degustazione di formaggi biologici di antica produzione. Nel pomeriggio partenza per Yerevan. Cena in ristorante. Pernottamento in albergo.

Zvartnots e Ejmiatsin

Zvartnots e Ejmiatsin

14° giorno, 20 agosto      Yerevan – Zvartnots – Ejmiatsin - Yerevan

Prima colazione e inizio delle visite della capitale Armena, famosa con il nome di ‘‘città rosa’’, a causa del colore della pietra usata per le costruzioni. Visita a Piazza della Repubblica e lungo Corso Mashtoc. Si prosegue con il Museo dei Manoscritti Matenadaran. Pranzo in una casa locale dove si potrà partecipare alla preparazione della pasta “Arishta” e del dolce “Gata”. Nel pomeriggio partenza per Echmiadzin; durante il tragitto sosta per visitare le rovine della Cattedrale di Zvartnots (VII secolo), Patrimonio Mondiale UNESCO). Si prosegue con la Cattedrale di Echmiadzin, anch’essaPatrimonio Mondiale dell'UNESCO, un luogo dove respirare la particolarità della Chiesa Armena. Rientro nella capitale. Se il tempo lo permette, visita al mercato dell’artigianato Vernissage. Cena in ristorante. Pernottamento in albergo.

Khor Virap, Tushpa winery e Noravank

Khor Virap, Tushpa winery e Noravank

15° giorno, 21 agosto    Yerevan - Khor Virap – Tushpa winery – Noravank – Yerevan

Prima colazione. Partenza verso la regione di Ararat, nel sud dell’Armenia e visita del famoso Monastero di Khor Virap, luogo di pellegrinaggio. Dal Monastero, arroccato sul colle, si gode una splendida vista sul biblico Monte Ararat. Si prosegue per Areni, famosa per il vino. Pranzo in ristorante locale. Nel pomeriggio proseguimento verso Vayots Dzor, attraversando un canyon di 8 km dove si visiterà il complesso monastico di Novarank (XII – XIII secolo), situato sull’orlo del precipizio. Rientro a Yerevan e sosta presso la cantina Tushpa, con degustazione di vino locale. Cena in ristorante e pernottamento in albergo.

Garni e Geghard

Garni e Geghard

16° giorno, 22 agosto    Yerevan – Garni – Geghard – Yerevan

Prima colazione e partenza per Garni (a circa 30 km da Yerevan), centro di cultura ellenistica e romana ed antica residenza dei reali Armeni della Dinastia Arshakuni; si visiteranno il Tempio dedicato al Dio Sole, i resti della muraglia (III secolo a.C.) e le Terme Romane. Da qui, a bordo di veicoli 4x4, si procederà lungo la gola del fiume Azat, per ammirare le formazioni basaltiche a canne d’organo note come le “pietre della sinfonia”. Pranzo presso una abitazione locale dove si avrà l’opportunità di vedere e partecipare alla preparazione del pane armeno Lavash. Proseguimento per il Monastero di Geghard (Patrimonio Mondiale Unesco). Si terminerà con la fabbrica del brandy “Ararat” o “Noy” e con il memoriale del Genocidio Armeno Tsitsernakaberd. Cena in ristorante e pernottamento in albergo.

Italia

Italia

17° giorno, 23 agosto    Yerevan – Italia

Prima colazione. Trasferimento all’aeroporto e rientro in Italia (volo con scalo).

Richiedi informazioni
A partire da 3420 €

Lo trovi anche in