Mari e monti di Basilicata

Durata 7 giorni

MARE E MONTI DI

BASILICATA

I castelli, i “sassi”, le chiese rupestri, le masserie,

le testimonianze della Magna Grecia, i paesi, i borghi,

i panorami, la gastronomia

20/26 maggio 2018,  7 giorni 

treno e pullman

 

Speciale ArteViaggi



Condizioni di viaggio

Alberghi previsti (o similari):

20/21 maggio  – una notte - Venosa    – VENUSIA – 3***                 www.hotelvenusia.it

21/22 maggio – una notte – Picerno   – BOUGANVILLE – 4**** -

                                                                                                            www.hotelbouganville.it

22/23 maggio – una notte – Policoro  – HERACLEA – 4**** -    www.hotelheraclea.com

23/26 maggio – tre notti   – Matera    – LA CORTE – 4**** -  www.hotellacortematera.it

QUOTA DI PARTECIPAZIONE INDIVIDUALE:                           

minimo  15 persone paganti                                                             €  1180,00.=

minimo  20 persone paganti                                                             €  1060,00.=

minimo  25 persone paganti                                                             €    980,00.=

 

SUPPLEMENTO CAMERA SINGOLA :                                            €    180,00.=

 

Senza viaggio in treno:                                    riduzione di          €    100,00.=

(appuntamento alla stazione di Foggia)

 

ASSICURAZIONE  A COPERTURA  PENALE ANNULLAMENTO    €      50,00.=

(Facoltativa; no malattie pregresse; franchigia 15%)                      

DA RICHIEDERE E PAGARE AL MOMENTO DELLA PRENOTAZIONE

 

 

 

 

LA QUOTA COMPRENDE:

Treno FrecciaArgento Bologna/Foggia e Bari/Bologna, posti a sedere seconda classe Pullman gran turismo per tutto il percorso sistemazione in alberghi indicati,  camere doppie con servizi privati sei notti in albergo, trattamento pernottamento e prima colazione a buffet cinque cene nei ristoranti degli alberghi, più un pranzo in masseria San Giuliano bevande ai pasti (¼ vino e ½ minerale) assicurazione medico sanitaria e  furto bagagli guida locale per tutte le visite in programma ingressi: Lucera (castello); Venosa (Museo e Parco Archeologico); Melfi (Museo e castello); Lagopesole (castello); Matera (Casa grotta, chiesa rupestre, cripta peccato originale); Montescaglioso (Abbazia) accompagnatore tecnico Arteviaggi

 

LA QUOTA NON COMPRENDE:

sei pranzi ed una cena; eventuali ulteriori bevande ed ingressi a pagamento, extra personali,  facchinaggio, mance, facoltativi, quanto non espressamente indicato

 

NUMERO MASSIMO PARTECIPANTI: 25 ACCONTO ALLA PRENOTAZ?ONE: €  350,00.= SALDO ENTRO IL 20 APRILE 2018 LE PRENOTAZIONI SI RICEVONO FINO AD ESAURIMENTO POSTI, POST? ?N PULLMAN ASSEGNAT? R?SPETTANDO L’ORD?NE D? PRENOTAZ?ONE PER OPPORTUNITA’ O NECESSITA’ L’ORDINE DELLE VISITE PUO’ ESSERE MODIFICATO I MENU DEI PASTI INCLUSI SONO CONCORDATI E FISSI; EVENTUALI INTOLLERANZE ALIMENTARI SONO DA COMUNICARE AL MOMENTO DELLA PRENOTAZIONE

Itinerario di viaggio


Venosa

Venosa

20 maggio domenica  1° giorno – BOLOGNA/LUCERA/VENOSA

Ore 8,10 – ritrovo alla stazione ferroviaria di Bologna, atrio partenze (sotto il tabellone degli orari). Treno Freccia Rossa Bologna/Foggia ore 8,42/13,15. Posti a sedere seconda classe. Incontro con guida e pullman e proseguimento per Lucera, posta sulla sommità di un colle a dominare la pianura di Foggia, per visitare i resti del castello, che fu residenza prediletta di Federico II di Svevia. Dopo la visita del duomo gotico, voluto da Carlo II d’Angiò per nascondere la preesistente moschea risalente alla dominazione saracena, si prosegue per Venosa. Sistemazione in albergo, cena e pernottamento.

Venosa

Venosa

21 maggio lunedì , 2° giorno – VENOSA/MELFI/LAGOPESOLE/PICERNO

Prima colazione e mattinata dedicata alla scoperta di Venosa, città ricca di testimonianze storiche e architettoniche di tutte le epoche, patria del poeta latino Orazio. Si visitano il castello quattrocentesco; l’Abbazia della Trinità, monumento complesso, costituito da diversi corpi di fabbrica e risalente all’età paleocristiana; il parco archeologico, con i resti della città romana e della città medievale, e la chiesa incompiuta, risalente all’XI sec.; tutto il bel centro storico, con la cattedrale cinquecentesca. Pranzo libero. Poi trasferimento a Melfi, racchiusa entro la cinta muraria e dominata dal castello, che fu normanno e poi di Federico II e degli Angiò. La visita consente di apprezzare, oltre allo svolgimento architettonico della struttura, il bellissimo sarcofago di Rapolla e i reperti contenuti nell’annesso museo archeologico. Dopo una passeggiata nel centro storico e la visita della cattedrale, si prosegue per Lagopesole, attraverso i fertili paesaggi del Vulture,per una visita all’imponente maniero federiciano, fortezza e dimora di caccia. Proseguimento per Picerno, sistemazione in albergo, cena e pernottamento.

Metaponto

Metaponto

22 maggio martedì , 3° giorno – VIGGIANO/ERACLEA/METAPONTO

Dopo la prima colazione, si scende verso il mare, lungo la valle dell’Agri, particolarmente suggestiva per il paesaggio ricco di verde e di paesi arroccati sui monti, fino a Viggiano. Qui si visita il centro, con la “via dei portali” e la basilica pontificia minore dedicata alla Madonna nera, statua lignea duecentesca, protettrice della Basilicata. Pranzo libero. Proseguimento per Policoro, l’antica Eraclea, per la visita del museo della Siritide che custodisce importanti reperti legati ala civiltà della Magna Grecia. Si risale poi la costa ionica fino a Metaponto, l’antica colonia Achea, per visitare il parco archeologico con i resti di tre templi e del teatro, e soprattutto, delle cosiddette Tavole Palatine, come è chiamato il tempio di Hera. Ritorno a Policoro lido, sistemazione in albergo, cena e pernottamento.

Matera

Matera

23 maggio mercoledì, 4° giorno – SAN BASILIO/SANTA MARIA D’ANGLONA/CRACO

Dopo la prima colazione, partenza alla volta della Masseria castello di san Basilio,  unastruttura agricolo-residenziale, costruita intorno al VII secolo dalla comunità monastica dei basiliani. Divenuta feudo normanno, assumendo sempre più le caratteristiche di un castello, fu poi grancia benedettina e certosina, fino all’inizio dell’800, quando la Tenuta fu acquistata dai Ferrante di Ruffano e poi ceduta ai Marchesi Berlingieri, che ne sono gli attuali proprietari. Poi, risalendo la valle dell’Agri, si sosta alla cattedrale di Santa Maria D’Anglona, splendida  costruzione del XI sec., immersa nel suggestivo paesaggio dei calanchi. Pranzo libero. Nel pomeriggio si prosegue per Craco, il paese abbandonato a seguito del terremoto del 1963. Rimane l’affascinante borgo di pietra con l’imponente torre normanna.Proseguimento, tempo permettendo, per Pisticci, piccolo paese la cui conformazione urbanistica fu determinata dalla frana del 1688, che si portò via mezzo paese e fu all’origine della costruzione del rione Dirupo. Proseguimento per Matera, sistemazione in albergo, cena e pernottamento.

Matera

Matera

24 maggio giovedì, 5° giorno – MATERA/MONTESCAGLIOSO

Matera, prima colazione e pernottamento in albergo. Pranzo in agriturismo, cena libera. Mattinata dedicata a Matera, la città patrimonio UNESCO, per una visita al famoso rione dei “Sassi”, le abitazioni che ammantano la parete occidentale della profonda gravina di Matera, con le sue chiese scavate nella roccia (fa eccezione solo San Pietro Caveoso) e fantastici panorami sulla città. Una passeggiata nel centro storico alle spalle dei “Sassi”, dove vive l’anima barocca di Matera. Sguardo esterno al Duomo duecentesco in stile romanico-pugliese, ora chiuso per pericolo di crolli. Pranzo fuori città in agriturismo. Nel pomeriggio partenza per Montescaglioso, paese dalle grandi tradizioni contadine e sede dell’ imponente abbazia benedettina dedicata a San Michele, documentata dall’epoca normanna. Il complesso comprende due chiostri, la biblioteca affrescata, la sala capitolare. Passeggiata nel centro del paese.

Matera

Matera

25 maggio venerdì, 6° giorno – MATERA/MIGLIONICO/IRSINA

Matera, prima colazione cena e pernottamento in albergo. Pranzo libero.

Dopo la prima colazione, si lascia la città per una puntata nel Parco delle chiese rupestri, che si sviluppa a sud-est e nel quale sono state censite 160 chiese scavate nella roccia. Dal Belvedere di Murgia Timone, si gode un inarrivabile panorama dei Sassi. Proseguimento in direzione opposta, per visitare, lungo la parete della Gravina di Picciano, la Cripta del Peccato Originale definita la Cappella Sistina della pittura parietale rupestre e una delle testimonianze più significative della pittura altomedievale dell’area mediterranea. Proseguimento per Miglionico, in cima ad un colle che domina l’oasi naturale di San Giuliano. Si visitano il castello del Malconsiglio” e ala chiesa di Santa Maria Assunta, dove è custodito un polittico di Cima da Conegliano e dipinti del Tintoretto e del Guercino. Pranzo libero. Nel pomeriggio trasferimento a Irsina, per visitare la chiesa madre, che custodisce la scultura di Sant’ Eufemia, l’unica opera in pietra del Mantegna, e la cripta del convento di San Francesco, interamente affrescata nel XIV sec.

Ritorno

Ritorno

26 maggio, sabato, 7° giorno – MATERA/ALTAMURA/BOLOGNA

Colazione e partenza per la vicina Altamura, in Puglia, per la visita della cattedrale romanica, costruita per volere di Federico II, e di alcuni “claustri”, una struttura caratteristica, costituita da un vicolo che sfocia in un cortile sul quale affacciano le abitazioni, testimonianza di un passato di convivenza di comunità religiose diverse. Pranzo libero, indi proseguimento per Bari Stazione. Treno FrecciaArgento Bari/Bologna ore 15,30/21,14.

Richiedi informazioni
A partire da 1180 €

Lo trovi anche in