Grantour Uzbekistan e Kyrgyzstan

Durata 13 giorni

Grantour Uzbekistan

Con pre-estensione in Kyrgyzstan

 

Calendario partenze 2019

20 aprile – 10 agosto – 26 ottobre

 

Partenze garantite minimo 4 passeggeri



Condizioni di viaggio

Itinerario di viaggio


Partenza

Partenza

1° giorno,            Italia – Istanbul – Bishkek

Partenza con volo di linea Turkish Airlines via Istanbul, per Bishkek. Notte in volo.

Bishkek

Bishkek

2° giorno,            Bishkek

Arrivo al mattino e trasferimento in città (circa 30 km) e sistemazione in hotel per il rilascio delle valigie. In tarda mattinata visita della città, con il mercato orientale e il museo. Pranzo e cena in ristorante. Rientro in hotel per il pernottamento. 

Fergana

Fergana

3° giorno,            Bishkek – Osh – Fergana

Prima colazione. Trasferimento in aeroporto e volo per Osh (circa 1 ora). Osh è considerata la capitale più meridionale del Kirghizistan. Questa città è famosa per le montagne situate nel centro della città, chiamate Suleiman. Visita della Babur’s House, un museo che si trova nella montagna stessa. Pranzo in ristorante locale. Visita del bazar locale e trasferimento al confine tra Kirghizistan e Uzbekistan. Incontro con la guida parlante italiano al confine tra Kirghizistan e Uzbekistan e trasferimento a Fergana. Sistemazione in albergo, cena e pernottamento

Rishtan e Margilan

Rishtan e Margilan

4° giorno,            Fergana (Rishtan e Margilan)

Prima colazione. Visita della cittadina di Rishdan chiamata anche Rishton in lingua Uzbeka. Visita di un atelier di ceramiche del maestro Rustam Usmanov. Pranzo in ristorante. Il pomeriggio partenza per Margilan. Arrivo e visita della fabbrica di seta “Yodgorlik” e del bazar, famoso per la frutta dove si possono trovare dolcissimi melograni e albicocche. Rientro a Fergana. Cena e pernottamento in albergo.

Tashkent

Tashkent

5° giorno,            Fergana – Kokand – Tashkent

Prima colazione. Visita al palazzo Khudoyar Khan XVIII-XIX secolo e della moschea Juma di Kokand. Pranzo in ristorante. Il pomeriggio trasferimento alla stazione ferroviaria e partenza in treno per Tashkent. All’arrivo, sistemazione in hotel, cena e pernottamento.

Khiva

Khiva

6° giorno,            Tashkent – Urgench – Khiva

Prima colazione. Al mattino visita panoramica della città, dei quartieri moderni con Piazza dell’Indipendenza, la piazza del Teatro Navoi e la Piazza di Tamerlano. Proseguimento con le visite delle madrasa Barak-khan, della moschea Khasrat-Imam e il mausoleo Kaffal Sciasci, tomba del filosofo dell’islam che visse dal 904 al 979. Passeggiata nel bazar e giro in metropolitana. Pranzo in ristorante. Il pomeriggio proseguimento con la visita del Museo di arte applicata dell'Uzbekistan, il luogo dove sono raccolti i migliori pezzi di arte applicata dell'Uzbekistan. Al termine trasferimento in aeroporto e volo per Urgench. Proseguimento per Khiva a breve distanza, nella provincia di Khorezm. Secondo il mito fu Sem, figlio di Noè a fondare la città, che già nota i tempi della Via della Seta, divenne capitale di un piccolo regno nel 1592. Molti i siti di grande interesse artistico e archeologico, basti pensare che l’Ichon-Qala fu il primo sito uzbeko ad essere inscritto tra i Patrimoni dell’Umanità nel 1991. Cena in hotel e pernottamento. 

Khiva

Khiva

7° giorno,            Khiva

Prima colazione. Intera giornata di visita di Khiva, si ammireranno: la Fortezza Kunia-Ark, il Minareto Kok-minor, la madrasa Mukhammad Amin-khan e la moschea Djumala, la cui struttura deriva dalla vecchia moschea araba, caratterizzata dalle sue 213 colonne di legno che sorreggono il tetto, alte ognuna 3,15 m. Pranzo in ristorante. Nel pomeriggio visita del Mausoleo di Pakhlavan Mahmoud, la madrasa e il minareto Islam-Khodja, le madrase Kutiimurad-inak e Allakuli-khan, il caravanserraglio e il palazzo del khan Tash-khauli. Cocktail (soft drink) al tramonto e passeggiata serale nella cittadella. Cena in ristorante.  

Bukhara

Bukhara

8° giorno,          Khiva – Bukhara

Prima colazione in hotel. Trasferimento in auto da Khiva a Bukhara, attraverso il monotono “Kyzyl Kum” (deserto rosso), percorrendo circa 450 km. Sosta per il pranzo al sacco, lungo la riva del fiume Amu-Daria, il più importante corso d’acqua dell’Asia Centrale. Arrivo nel tardo pomeriggio. Sistemazione in hotel.

Passeggiata serale nelle vie del centro di Bukhara. Cena con spettacolo in ristorante.

*la strada che collega Khiva e Bukhara è in lavorazione, quindi si presenta piena di buche e il trasferimento è molto faticoso (circa 8 ore); eventualmente se ci sarà il volo confermeremo il trasferimento da Khiva a Bukhara in aereo.

Bukhara

Bukhara

9° giorno,           Bukhara

Prima colazione in hotel. Al mattino visita di Bukhara. Benché sia stata parzialmente distrutta dalle modernizzazioni sovietiche, Bukhara conserva monumenti affascinanti e alcune piazze sono intatte nella loro bellezza. Visita di Poikalon (XII-XVI s), il complesso architettonico al centro dell’antica Bukhara che include la moschea cattedrale “Masjidi kalon”, la madrasa “Miri Arab” e il minareto più alto (46m) dell’Oriente di quel tempo. Pranzo in ristorante. Proseguimento delle visite della città: la fortezza Ark, una città nella città, antica quanto Bukhara, casa dei governanti di Bukhara per un millennio; la Moschea di Bolo Khauz (1712); il mausoleo Ciashma-Aiub e il mausoleo dei Samanidi, costruito nell’anno 905, ad oggi una delle più grandi costruzioni dell’Asia Centrale, la Madrasa di Ulughbek (1417). Cena e pernottamento.

Samarkanda

Samarkanda

10° giorno,         Bukhara – Shakhrisabz – Samarkanda

Prima colazione in hotel. Partenza per Samarkanda passando per Shakhrisabz e visita della città natale di Tamerlano. Pranzo in ristorante. Proseguimento per Samarkanda e inizio delle visite. Cena e pernottamento in albergo.

Samarkanda

Samarkanda

11° giorno,         Samarkanda

Prima colazione in hotel. Mattina dedicata alla visita di Samarcanda, antichissima città, in posizione strategica sulla Via della Seta. Le sue origini risalgono al 700 a.C. e nel corso dei secoli fu conquistata anche da Alessandro Magno, dagli arabi e dai mongoli, che la depredarono. Grazie a Tamerlano fu ricostruita, ritornando ad essere quindi la città più importante dell’Impero. Oggi Samarcanda conserva molti edifici in stile medievale e la visita consentirà di ammirare alcuni dei siti più importanti e interessanti: la Piazza del Registan, una delle più belle piazze al mondo, con le madrase Ulugbek, Tilla-Kori e Sher-Dor. Pranzo in ristorante. Il pomeriggio proseguimento con le visite delle rovine dell’imponente moschea Bibi-khanym, il brulicante bazar ricco di vita, suoni e colori ed infine il mausoleo Gur-emir, che custodisce la tomba di Tamerlano. Cena in ristorante. Pernottamento in hotel

Tashkent

Tashkent

12° giorno,         Samarkanda – Tashkent

Prima colazione. La mattina proseguimento delle visite di Samarkanda con l’osservatorio di Ulugbek, la più grande costruzione astronomica medievale, dove si possono ammirare i resti di un immenso astrolabio alto 30 metri; il ricchissimo museo archeologico Afrosiab e il complesso dei mausolei Shakhi-Zinda. Pranzo in ristorante. Alle ore 16.00 trasferimento alla stazione ferroviaria  e trasferimento in treno veloce “Afrosiab” per Tashkent. Arrivo e sistemazione in hotel. Cena di arrivederci in ristorante. Pernottamento in hotel.

Italia

Italia

13° giorno,         Tashkent – Italia

Trasferimento in aeroporto e partenza al mattino con volo di linea Turkish Airlines per il rientro in Italia. 

 

N.B. la sequenza delle visite nelle varie città può variare per ottimizzare al meglio i tempi.

Richiedi informazioni
A partire da 2760 €

Lo trovi anche in