Cina & Pakistan, la Karakorum Highway

Durata 17 giorni

CINA & PAKISTAN

KARAKORUM HIGHWAY in  17 GIORNI

Esclusiva Viaggi dell’Elefante

Partenze di gruppo minimo 10 partecipanti

Con Accompagnatore dall’Italia

Dal 1 al 17 Giugno 2020

 

Un viaggio dalle caratteristiche paesaggistiche uniche, dal Xinjang lungo poi i confini nord-occidentali del Pakistan, attraverso la catena montuosa del Karakorum, dove si trovano alcune delle cime più alte del mondo. Dai mercati della mitica Kashgar al Kunjerab Pass (4.655 m), lungo la Karakorum Highway, da Passu a Karimabad costeggiando le rive del lago di Attabad, formatosi nel 2010 in seguito a una colossale frana, dalla valle degli Hunza al superbo ghiacciaio della valle di Nagar, da Gilgit al Baltistan, con Skardu e Shigar, fino alle rovine dell’antica Taxila (Patrimonio UNESCO). Un viaggio che offre anche l’incontro con popolazioni interessanti che a causa dell’isolamento geografico hanno mantenuto le loro tradizioni: le etnie dell’Asia centrale, i nomadi degli altopiani, che pascolano le greggi di pecore e yak; i longevi hunza, spesso centenari probabilmente grazie alla loro dieta a base di albicocche.

Uno degli itinerari più belli che un vero viaggiatore può effettuare.

 

 

NB: Il programma di viaggio, così come l'ordine delle visite e gli operativi voli, per motivi tecnici e/o operativi, può essere modificato in loco senza preavviso.

 

 

INFORMAZIONI IMPORTANTI:

 

  • Un viaggio composito che attraversa due Paesi diversi. Necessita di una buona capacità di adattamento, specie a livello di cibo e sistemazioni, dove i migliori hotel delle varie regioni di solito non superano le 3 e 4 stelle locali (non paragonabili agli standard occidentali).
  • il viaggio non è indicato in particolare per chi soffre di problemi cardio-vascolari, respiratori o di alta pressione
  • Gli spostamenti terrestri saranno piuttosto faticosi e disagevoli. Le ore di auto occuperanno spesso più della metà della giornata, e di regola su strade dissestate, molte volte solo delle piste. Si avranno sempre veicoli privati, fatta eccezione per il trasferimento da  Tashlurgan fino a Sust, alla frontiera con il Pakistan, che sarà effettuato con autobus locale, in cuccette insieme ad altre persone per nuove disposizioni del governo.
  • Il viaggio si svolge in parte su strade asfaltate e in parte su piste. Il fondo stradale, a volte danneggiato, può rendere i trasferimenti più lunghi e pesanti del previsto. I tempi di percorrenza riportati nel programma sono indicativi e dipendono dal traffico, condizioni delle strade, soste fotografiche e richieste dal gruppo.
  • L’ordine delle visite ed escursioni in ciascuna località può essere soggetto a variazioni per motivi di opportunità contingenti, senza compromettere le peculiarità del viaggio.
  • E’ senz’altro utile ricordare che, come tutti i viaggi che si svolgono in zone lontane sia geograficamente sia culturalmente dall’Europa e dalle nostre abitudini, è fondamentale una buona predisposizione all’adattamento.

 

Clima e abbigliamento:

Attraversando un territorio in maggioranza montuoso, in estate le temperature risultano in generale miti e gradevoli. Le giornate possono essere variabili, con temperature in media tra i 20 e i 30°, dipendendo dall’altitudine, con serate fresche e notevole escursione termica tra il giorno e la notte (di notte la temperatura può variare dai 10 ai 20° a seconda dell’altitudine). Nella sezione cinese del viaggio, nell’area di Kashgar, le temperature estive medie sono tra i 30° e 35° di giorno. Si consiglia un abbigliamento leggero/medio (pantaloni, camicie e magliette) con strati aggiuntivi da sovrapporre (pullover di lana o pile, k-way, berretto, calze, una giacca a vento per le altitudini più elevate).

Scarpe comode con suola robusta o da trekking. Da non dimenticare: crema solare, burro cacao, occhiali da sole, cappello/berretto, repellente per gli insetti, una torcia con batterie può sempre essere utile.

In Pakistan, trattandosi di un paese musulmano, dove la religione è molto sentita, si raccomanda un abbigliamento e comportamento consoni. Preferire abiti lunghi e morbidi, evitare calzoncini corti e canottiere. Consigliamo alle donne di avere sempre a portata di mano, nello zainetto, un foulard per coprire il capo e che si rivelerà utile in un sacco di occasioni.



Condizioni di viaggio

Alberghi:

Le “stelle” degli alberghi nei paesi in via di sviluppo sono indicative, ma non sono rapportabili agli standard europei. Nel programma riportiamo i nomi degli hotel che abbiamo selezionato per questo viaggio. Si tratta di strutture in genere semplici. I nomi degli hotel sono indicativi e per questioni organizzative o di forza maggiore potrebbero essere cambiati con altri di pari categoria. Gli hotel definitivi saranno comunicati all’interno del Foglio Notizie con i documenti di viaggio.

 

Bagagli:

Considerati i trasferimenti si raccomanda di portare con sé un bagaglio essenziale, riducendo il superfluo e privilegiando borsoni/trolley morbidi alle valigie rigide.

 

Cucina locale e pasti:

Essendo il viaggio piuttosto complesso e vario per le diverse aree che tocca, la cucina è anch’essa abbastanza varia. La cucina uigura, vale a dire la cucina tipica e tradizionale del Xinjiang, l’ovest cinese, è anch’essa basata sul riso e sulle carni, ma ha come tipo di carne principale quella di pecora. La cucina pakistana è molto simile a quella dell'India settentrionale. A causa della sua vicinanza con l'Asia Centrale ed Occidentale vi si trovano anche contaminazioni da queste regioni. Molta attenzione viene data al pane. Dopo ogni pasto si sorseggia il Qehwa o kehwa, di solito servito in piccoli bicchieri, cha ha il sapore di te al gelsomino. I pasti sono molto spesso consumati in ristoranti al di fuori degli alberghi di pernottamento . Durante i trasferimenti, là dove non vi fosse la possibilità di usufruire di ristoranti affidabili, i pranzi potranno essere al sacco.

 

Condizioni di partecipazione, minimo 10 partecipanti

Quota base per persona in camera doppia da Euro 5.700,00 p.p.

 

Supplemento per camera singola Euro 1.070,00 p.p.

 

Altri supplementi

Tasse aeroportuali intercontinentali  da Euro 430,00 p.p.

Costo del visto Cina Euro 160,00 p.p. per maggior info  www.viaggidellelefante.it/informazioni-visti

Costo del Visto Pakistan  Euro 75,00 p.p. per maggior info  www.viaggidellelefante.it/informazioni-visti

Quota di iscrizione Euro 70,00 p.p. (inclusa polizza medico-bagaglio)

Protezione Elefante (annullamento): vedi sezione documenti utili del sito www.viaggidellelefante.it

 

Il prezzo comprende:

Biglietto aereo intercontinentale classe economica  Italia-Pechino/Islamabad-Italia;

Cina: Biglietti aerei interni in Cina, in classe economica, per le tratte Pechino- Urumqi/Urumqi-Kashgar.

Pernottamenti in alberghi come da programma o similari, soggetti a disponibilità e riconferma.

Trattamento di pensione completa; Trasporto in pullman privato con autista parlante inglese(il trasferimento da Tashlurgan fino a Sust, alla frontiera con il Pakistan, potrebbe essere effettuato con autobus locale insieme ad altre persone per disposizioni del governo). Guide locali parlanti inglese. Ingressi ai monumenti menzionati nel programma;

Pakistan:  Pernottamenti in alberghi come da programma o similari, soggetti a disponibilità e riconferma.

Trasporto in pullman privato con autista parlante inglese; Guide locali parlanti inglese; Biglietto aereo interno in classe economica per la tratta Skardu-Islamabad;  Trattamento di pensione completa;  Ingresso ai monumenti menzionati nel programma;

Assicurazione medico-bagaglio.

 

Non comprende:

le bevande, le mance, il costo del visto cinese evidenziato a parte; il costo del visto Pakistan evidenziato a parte,  gli extra, quanto  non specificato alla precedente voce.

 

Per effettuare questo viaggio occorre il visto per la Cina.

Per effettuare questo viaggio occorre il visto per il Pakistan.

 

Mance: Le mance non sono incluse nella quota del viaggio. Prevedere Euro 70,00 a persona da consegnare all’accompagnatore che li distribuirà tra le guide e gli autisti.

 

INFO PER L’OTTENIMENTO DEL VISTO CINA:

Per l’ottenimento del visto Cina per cittadini con passaporto italiano e residenti in Italia sono necessari:

- Passaporto in originale valido 6 mesi dalla data di consegna in consolato, con 2 pagine attigue libere;

- Copia della prima pagina del passaporto;

- 1 fotografia recente a colori con fondo bianco 3cm*4cm;

- 1 modulo compilato in tutte le sue parti (scaricabile dal nostro sito internet nella sezione visti);

- formulario sulla privacy firmato da scaricare a questo link: https://www.vistiias.it/wp/media/pdf/CN_privacy.pdf

Coloro che posseggono passaporti emessi a partire dal 01/01/2015 devono presentare, insieme al resto della documentazione:

 - o vecchio passaporto;

 - oppure la dichiarazione dei paesi visitati (scaricabile dal nostro sito internet nella sezione visti);

PER I MINORI: OBBLIGATORIO sarà presentare insieme al resto della documentazione anche l'estratto di nascita (che riporti i nomi di entrambi i genitori) legalizzato in prefettura (documento in originale).

Tempistiche:

Si richiede  tutta la documentazione al massimo 20 giorni prima dalla data partenza.

 Per i cittadini non italiani:

Si comunica che per i cittadini comunitari europei (non italiani) è necessario presentare:

- il certificato di residenza in Italia in originale;

- copia della lettera della ditta o dell'università (a seconda dei casi) dove si descrive che l'interessato è assunto nella ditta o frequenta l'università italiana e per quanto tempo (dal-al).

Per cittadini con passaporto straniero con residenza in Italia il consolato cinese richiede oltre alla normale documentazione:

-          il certificato di residenza in originale;

-          permesso di soggiorno in originale;

-          dichiarazione del datore di lavoro su carta intestata e firmato che attesti che lavora in Italia; in caso lavorasse uno solo dei coniugi, è necessario presentare il certificato di matrimonio.

 Spedire tutta la documentazione in originale direttamente presso i nostri uffici.

 

INFO PER L’OTTENIMENTO DEL VISTO PAKISTAN:

 

- Passaporto in originale valido 6 mesi dalla data di consegna in consolato, con 3 pagine attigue libere;

- N. 2 Fotografie (Formato tessera a colori sfondo bianco)

- N. 1 Modulo che invieremo in fase di conferma (Compilato in tutte le parti e firmato dal titolare del passaporto)

- Estratto conto bancario

- Busta paga recente

 

 

Viaggi dell’Elefante


Itinerario di viaggio


Partenza

Partenza

1° giorno, 1 GIUGNO Italia  – Pechino

Partenza  dall’Italia con volo di linea per Pechino. Pasti e pernottamento a bordo.

Pechino

Pechino

2° giorno, 2 GIUGNO Pechino

Arrivo a Pechino nel pomeriggio, pratiche di frontiera ed incontro con un nostro incaricato. Trasferimento al The Great Wall Hotel (4 stelle sup). Cena in albergo e pernottamento.

Pechino

Pechino

3° giorno, 3 GIUGNO Pechino

Prima colazione. Mattino, visita del Tempio e l’Altare del Cielo, i più bei monumenti di Pechino, di epoca Ming. Qui l’Imperatore veniva a pregare per i buoni raccolti. Pranzo in ristorante locale. Pomeriggio visita di Piazza Tien Anmen, e si entra nella Città Proibita, con i Padiglioni Imperiali e le residenze della Corte.

Rientro in albergo. Cena e pernottamento.

Pechino

Pechino

4° giorno, 4 GIUGNO Pechino

Prima colazione. Gita a nord di Pechino: prima fermata alla Via Sacra che conduce alle Tombe degli imperatori della dinastia Ming, poi visita delle tombe.  

Si prosegue poi per Badaling , per la visita di un tratto della Grande Muraglia di Cina. Pranzo cinese in ristorante.   Sulla via del ritorno a Pechino sosta per una visita dall’esterno al “Nido d’uccello”, ovvero lo Stadio Nazionale che rappresenta la più grande struttura in acciaio del Mondo.  Cena in albergo e pernottamento.

Urumqi

Urumqi

5° giorno, 5 GIUGNO Pechino – Urumqi Mt 800

Prima colazione. Trasferimento privato in aeroporto e volo in classe economica per Urumqi. Pasto semplice a bordo. Pratiche di frontiera e trasferimento privato all’Hotel Grand Mercury Hotel (4 stelle sup).

Pomeriggio visita orientativa di Urumqi: il pittoresco Hong Shan Park da dove si potrà godere di un panorama dell’intera città e della Pagoda della collina rossa; il grande Bazar e le reliquie storiche del museo provinciale che comprendono carpenterie, oggetti in ferro ed in bronzo, ceramiche e monete che danno un’idea del passato e mostrano come si sviluppò la società dello Xinjinag.  Cena e pernottamento in albergo.

Kashgar

Kashgar

6° giorno, 6 GIUGNO Urumqi – Kashgar Mt 1.270  

Prima colazione. Trasferimento in aeroporto e volo in classe economica per Kashgar. Pasto semplice a bordo.  Arrivo nell’oasi di Kashgar a mt 1200 d’altitudine circa e sistemazione al JinJiang International Hotel (4  stelle). Cena  inclusa e pernottamento.

Kashgar

Kashgar

7° giorno, 7 GIUGNO Kashgar

Pensione completa.  Intera giornata visita di Kashgar: i vecchi quartieri, la Grande Moschea Id Gah, costruita nel 1442, la tomba di Apak Khoja-il luogo più sacro nello Xinjiang;  il mercato locale dove si potranno vedere numerose articoli come sete,cotone,coltelli, cappelli,pentole, verdure fresche e gioielli.

Tashkurgan

Tashkurgan

8° giorno, 8 GIUGNO Kashgar – Tashkurgan Mt 3.100 (Km 300-circa 6 ore)

Pensione completa. Trasferimento privato in direzione di Tashkurgan. Si lasciano le pianure dello Xinjian e ci si dirige verso l’altopiano del Pamir attraverso aride e inospitali valli desertiche. Si percorre il tratta iniziale della Karakorum Highway, un’incredibile opera d’ingegneria, che si snoda per oltre 750 Km, da Kashgar a Islamabad in Pakistan.  Si passa il lago Karakul (a circa 3.600 mt), uno specchio d’acqua turchese dominato dalla maestosa piramide di ghiaccio del Muztag-Alta(7.546 m).  Si prosegue per la cittadina di Tashkurgan, l’ultimo avamposto della Cina prima del confine con il Pakistan. Sistemazione al  Crown Inn Hotel/Europa Garden Hotel(3 stelle).

Khunjerab Pass, Sust e Gulmit

Khunjerab Pass, Sust e Gulmit

9° giorno, 9 GIUGNO Tashkurgan – Khunjerab Pass Mt 4.693- Sust Mt 2.975 (Km 120-circa 4 ore) – Gulmit Mt 2465 (Km 55 – circa 1 ora e ½ )

Prima colazione. Partenza verso sud attraverso l’esteso altopiano del Pamir cinese, dominato da sterminate praterie verdi dove pascolano cammelli e yak allevati da nomadi. Si raggiunge il passo Kunjerab (4.695 mt) che è stato aperto agli stranieri solo nel 1986. Improvvisamente il paesaggio cambia e si aprono strette e aspre vallate dominate da alte montagne coperte da ghiacciai. Si è nel mezzo della catena del Karakorum.

Gradualmente si scende fino a Sust (2.975 mt) punto di confine Cina-Pakistano. Si effettuano le formalità di immigrazione e dogana, si cambiano i mezzi di trasporto e si prosegue con la nuova guida pakistana verso Gulmit  per km 55(circa 1 ora e mezzo), che era la capitale invernale del principato di Hunza. Pranzo in ristorante locale. Arrivo a Gulmit e sistemazione al Silk Route Lodge(3 stelle). Cena e pernottamento.

NB: il trasferimento da Tashlurgan fino a Sust, alla frontiera con il Pakistan sarà effettuato con autobus locale e sistemazione in cuccette insieme ad altre persone per nuove disposizioni del governo.

Non è possibile attraversare il confine con mezzo privato.

Valle di Hunza

Valle di Hunza

10° giorno, 10 GIUGNO Gulmit – Hunza  Mt 2.438 (Km 45, circa 1 ora)

Prima colazione. Tempo libero per una passeggiata nel villaggio di Gulmit, e visita del museo locale, di alcune abitazioni tipiche. Pranzo in albergo.  Partenza in in direzione della valle di Hunza costeggiando le acque turchesi del lago Attaabad, creato nel 2010 da una frana che ha sbarrato il corso dell’Hunza. In questo tratto la strada è stata di recente sottoposta ad importanti lavori di riammodernamento con la creazione di un tunnel. Arrivo e  sistemazione all’Hunza Serena Inn  (3 stelle). Cena e pernottamento.

Valle di Hunza

Valle di Hunza

11° giorno, 11 GIUGNO Hunza

Pensione completa. Intera giornata di visite nella valle dell’Hunza. Al mattino si visita il Baltit Fort, un tempo roccaforte della dinastia Ayasho e oggi meravigliosamente restaurato si impone in posizione panoramica sull’alto di un promontorio roccioso. Con pochi minuti di auto si raggiunge il villaggio “gemello” di Altit e si visita il forte di Altit e l’antica torre di avvistamento di Ganesh, il villaggio più antico nel cuore di Hunza.

Si prosegue per un'escursione nella valle di Nagar e visita del villaggio di Hoper, considerata fra le più scenografiche della regione, raggiungendo il fronte del ghiacciao di Buwaltar.  Al termine dell’escursione rientro in albergo.

Gilgit, Skardu e Shigar

Gilgit, Skardu e Shigar

12° giorno, 12 GIUGNO Hunza – Gilgit – Skardu Mt 2.228 – Shigar  Mt 2.230(Km 350, circa 10-11 ore)

Pensione completa.  Al mattino partenza verso la regione più densamente montuosa della valle di Skardu conosciuta anche come il piccolo Ladakh. Durante il viaggio sosta alla città di Gilgit e visita del colorato bazar e del ponte sospeso sul fiume Gilgit lungo 182 metri. Si prosegue verso Skardu seguendo il fiume Indo. Skardu è la città principale del Baltistan, con un carattere ed uno scenario molto interessante.

E’ circondata da montagne e dune di sabbia ed è famosa per i suoi numerosi luoghi per effettuare meravigliosi trekking.  Arrivo a Shigar e sistemazione al Shigar Fort Residence(4 stelle heritage-palazzo del raja locale recentemente trasformato in hotel).

NB: la strada tra Gilgit e Skardu è in costruzione, quindi il trasferimento sarà lento a causa del traffico.

Shigar

Shigar

13° giorno, 13 GIUGNO Shigar

Pensione completa. Intera giornata dedicata alla visita del villaggio di Shigar con belle passeggiate, visita del Forte e dell’ antica moschea.  

Skardu e Islamabad

Skardu e Islamabad

14° giorno 14 GIUGNO Shigar – Skardu – Islamabad

Prima colazione. Trasferimento all’aeroporto di Skardu (Km 55, circa 2 ore)  e volo in classe economica per Islamabad.  Pranzo al sacco. Arrivo ad Islamabad e trasferimento privato al Serena Hotel( 4 stelle sup). Pomeriggio visita della capitale: la moschea di Faisal, la più grande dell’Asia con una capacità di 100.000 di fedeli;  il punto panoramico Shakerparian Hill; il Museo  Heritage e si costeggiano gli edifici governativi.

Cena in albergo e pernottamento.

 

NB: Il volo interno Skardu-Islamabad è soggetto sempre alle condizioni climatiche. Qualora il volo venisse cancellato,  si effettuerà un trasferimento privato fino a Chilas(Km 250, circa 10 ore) e pernottamento allo Shangri-là Midway House. 

Peshawar e Islamabad

Peshawar e Islamabad

15° giorno, 15 GIUGNO Islamabad – Peshawar – Islamabad (km 180 – circa 2 ore e trenta a tratta)

Pensione completa. Giornata dedicata alla visita di Peshawar, capoluogo della provincia della Frontiera del Nord Ovest. Situata sul lato pakistano del leggendario Khyber Pass, Peshawar fu il centro della della ricca provincia di Gandhara che gli imperatori Moghul resero splendida abbellendola di monumenti e giardini.

Si visiteranno la Moschea Mohabat Khan costruita dal governatore Mughal nel 1630 d.c.; il bellissimo Museo Peshawar che ospita una delle migliori collezioni di arte gandhariana - l'arte buddista nel miglior stile di arte greco-romana con una mescolanza di arte decorativa indiana; il Qissa Khawani Bazar, la vecchia “Strada dei Cantastorie”, il bazar più noto della città, dove oggi rimangono pochi segni dei mercanti e dei viaggiatori che si riunivano qui per narrarsi storie a vicenda ;

Al termine delle visite trasferimento di rientro ad Islamabad.

 

NB: Qualora il volo Skardu-Islamabad venisse cancellato il giorno precedente, la vostra partenza avverrebbe da Chilas per arrivare con trasferimento privato ad Islamabad (km 450, circa 11-12 ore).

Taxila e Islamabad

Taxila e Islamabad

16° giorno, 16 GIUGNO  Islamabad – Taxila – Islamabad (Km 40- circa 1 ora a tratta)

Pensione completa.  Intera giornata escursione e  visita del sito archeologico di Taxila, Patrimonio Mondiale dell'Umanità dal 1980. Posta nel punto di congiunzione di tre importanti rotte commerciali dell'antichità, Taxila fu annessa all'impero achemendide nel 518 a.C., fu conquistata da Alessandro Il Grande nel 326 a.C. e subì successive invasioni e conquiste. Antico centro di studi buddisti collegato alla Via della Seta, è stata anche uno dei principali centri di arte Gandhara, che qui trova una delle sue magnifiche collezioni.

Italia

Italia

17° giorno 17 GIUGNO Islamabad – Dubai – Italia

Prima colazione.  Trasferimento privato in aeroporto e volo di rientro per l’Italia, via Dubai.

 

NB: Il programma di viaggio, così come l'ordine delle visite e gli operativi voli, per motivi tecnici e/o operativi, può essere modificato in loco senza preavviso.

Richiedi informazioni
A partire da 5700 €

QUANDO PARTIRE


01
Giugno
5700 €

Singole
Periodi
Garantite
Disponibilità limitata
Speciale Capodanno
Partenze complete


LISTA ACCOMPAGNATORI

Accompagnatore Viaggi Dell'Elefante
Scopri di più

Lo trovi anche in