Emblematic Antartica - Crociera polare PONANT

Durata 12 giorni

CROCIERA PONANT

Emblematic Antartica

ESCLUSIVA VIAGGI DELL’ELEFANTE

12 giorni / 10 notti

Partenze: Le Soléal 17 novembre 2020 – 12 dicembre 2020 – 7, 17, 27 gennaio 2021

L’Austral 27 novembre 2020 – 7 dicembre 2020 – 8 gennaio 2021

Le Lyrial 28 novembre 2020 – 29 gennaio 2021 – 8 febbraio 2021

Le Boréal 1, 11 dicembre 2020 – 5,24 gennaio 2021 – 19 febbraio 2021

 

PONANT propone una crociera di spedizione eccezionale nel cuore delle banchise della penisola antartica. Salpa per un indimenticabile viaggio di 11 giorni a bordo di una delle quattro sorelle, L'Austral, la Boréal, la Soléal e la Lyrial, per innamorsi del fascino di paesaggi onirici, abitati da una fauna ricca e fuori dal comune. Nel porto di Neko, una magnifica baia circondata da montagne e ghiaccio, forse avrete la fortuna di vedere foche, balene e foche leopardo. Sull'isola di Pleneau, rimarrete divertiti dall'andatura originale dei pinguini gentoo che attraversano la loro vita quotidiana con uno sfondo di magnifici iceberg. Da non perdere la visita al vicino Port Charcot. Jean-Baptiste Charcot, il famoso esploratore francese che guidò molte spedizioni polari all'inizio del XX secolo, diede questo nome all'isola in omaggio a suo padre.

La tua nave si dirigerà quindi a nord prima di arrivare sull'isola di Deception, di origine vulcainica, da sempre passaggio emblematico per la caccia alle balene. La sua baia riparata serviva anche da rifugio per i marinai durante le forti tempeste. Prima di tornare a Ushuaia, la nave aprirà un percorso attraverso gli impressionanti iceberg da tavolo del Mare di Weddell, lasciandovi un ricordo indimenticabile della vostra traversata antartica.



Condizioni di viaggio

Itinerario di viaggio


Ushuaia

Ushuaia

Giorno 1: Italia - Ushuaia

Partenza per l’Italia. Arrivo a Buenos Aires e partenza per Ushuaia. Pernottamento in albergo.

Ushuaia

Ushuaia

Giorno 2: Ushuaia

Tempo libero. Imbarco previsto dalle ore 16:00 alle ore 17:00. Partenza alle 18:00.

Capitale della provincia argentina della Terra del Fuoco, Ushuaia è considerata la porta di accesso al Continente Bianco e al Polo Sud. Soprannominata "El fin del mundo" dal popolo argentino, questa città alla fine del mondo si annida nel rifugio di montagne circondate da fertili pianure che la fauna selvatica sembra aver scelto come santuario definitivo. Con il suo sito eccezionale, dove le Ande si tuffano direttamente nel mare, Ushuaia è uno dei luoghi più affascinanti della terra, il suo stesso nome evoca i viaggi verso l'improbabile e inaccessibile.

Passaggio di Drake

Passaggio di Drake

Giorni 3 – 4: Traversata del passaggio di Drake

Arrivo e partenza in giornata.

Se c'è un posto, un mare, una via d'acqua temuti da turisti, ricercatori e induriti marinai, è senza dubbio il passaggio di Drake. Situato alla latitudine dei famigerati venti degli Furious Fifties, tra Cape Horn e le Isole Shetland meridionali, è la via più breve per collegare l'Antartide al Sud America. Come zona di convergenza antartica in cui le correnti fredde che salgono dal Polo Sud incontrano masse d'acqua equatoriali più calde, il Drake Passage ospita una fauna marina molto diversificata. Non dimenticatevi di guardare il cielo per intravedere eleganti albatri e le procellarie di Cape, che fluttuano giocosamente nel vento intorno alla nave.

Neko Harbour e Paradise Bay

Neko Harbour e Paradise Bay

Giorno 5: Neko Harbour – Paradise Bay

Arrivo e partenza in giornata.

Un piccolo angolo di paradiso all'ombra di un imponente ghiacciaio, Neko Harbour è senza dubbio uno dei siti più belli della penisola antartica. Fu scoperto dal navigatore belga Adrien de Gerlache durante la sua spedizione del 1897-1899. Montagne, ghiaccio e fauna selvatica si uniscono per formare un paesaggio davvero unico. Gli animali sono tanto abbondanti quanto esotici. Partirete per un'escursione Zodiac® per avvicinarvi agli iceberg, fermarvi vicino a una colonia di pinguini, guardare un sigillo leopardo prendere il sole tra le immersioni e godervi uno spettacolo aereo improvvisato dal passaggio delle sterne antartiche. Con i suoi paesaggi spettacolari composti da imponenti cime glaciali che si tuffano nelle gelide acque dell'Antartico, Paradise Bay è fedele al suo nome. Scoperto e chiamato dai balenieri all'inizio del XX secolo, questo sito naturale protetto ospita attualmente una grande varietà di fauna, dai cormorani antartici e foche leopardo a sheathbills e pinguini gentoo, che si mescolano sul lungo tratto di spiagge rocciose. Con un po’ di fortuna, potrete persino partecipare e osservare un'indimenticabile danza subacquea tra balene megattere di passaggio. Durante la vostra escursione, parti alla scoperta della vecchia base argentina Almirante Brown, che viene occupata solo per poche settimane ogni anno, durante l'estate australe.

Pléneau Island e Port Charcot, Booth Island

Pléneau Island e Port Charcot, Booth Island

Giorno 6: Pléneau Island – Port Charcot, Booth Island

Arrivo e partenza in giornata.

Prende il nome dal talentuoso fotografo Paul Pléneau, che ha accompagnato Jean-Baptiste Charcot nella sua spedizione del 1903, Pleneau Island è diventata un rifugio per pinguini gentoo, foche di elefante e foche di pelliccia. Come opere d'arte, questi iceberg scolpiti in modo insolito variano di colore dal bianco al blu e ogni sfumatura nel mezzo. Sulla terra, le alghe rosse offrono un sorprendente contrasto contro vuote fasce di neve che si alternano a siti di nidificazione di pinguini gentoo, sparsi in tutta l'isola.

Port Lockroy, Goudier Island

Port Lockroy, Goudier Island

Giorno 7: Port Lockroy, Goudier Island

Arrivo e partenza in giornata.

Durante la vostra crociera, avrete l'opportunità di fermarvi a Port Lockroy, uno spettacolare porto naturale situato nel cuore della penisola antartica sull'isola di Goudier.

Scoperto dall'esploratore francese Jean-Baptiste Charcot nel 1903, il sito ha servito negli anni come scalo per le navi baleniere, una base militare britannica e successivamente una stazione di ricerca. Il porto è attualmente uno dei siti più visitati dell'Antartico, grazie al suo piccolo museo che consente ai visitatori di sperimentare la base com'era negli anni '50 e di portare a casa un souvenir dal suo negozio di articoli da regalo.

Deception Island, South Shetland Islands

Deception Island, South Shetland Islands

Giorno 8: Deception Island, South Shetland Islands

Arrivo e partenza in giornata.

Situata appena sopra la punta settentrionale della penisola antartica, Deception Island è facilmente riconoscibile grazie alla sua caratteristica forma a ferro di cavallo. Il cratere di questo ex vulcano è crollato 10.000 anni fa e la caldera risultante è stata allagata, creando un porto naturale. L'isola di Deception porta ancora tracce del suo passato come fulcro di lunga data dell'industria della caccia alle balene. Le vestigia di capannoni abbandonati che costeggiano la sabbia nera delle sue spiagge vulcaniche condividono lo spazio con la spettacolare fauna dell'isola: ospita la più grande colonia di pinguini “pigoscelide antartico”, nonché numerose foche elefante e foche di pelliccia.

Mare di Weddell

Mare di Weddell

Giorno 9: Navigazione del mare di Weddell

Arrivo e partenza in giornata.

Tra la misteriosa quiete del mare di Weddell, vi farete strada attraverso un vero labirinto di maestosi iceberg. Ampie piattaforme di ghiaccio scolpiscono un paesaggio come nessun altro, popolato da foche, pinguini, albatri erranti e altri imponenti uccelli marini. La foca di Weddell, padrona di questo regno, vi accoglierà nel suo territorio con un grido inquietante che trafigge il silenzio circostante. Lo riconoscerete per il suo cappotto grigio scuro e la pancia macchiata. Le foche Weddell vantano l'impressionante capacità di poter rimanere sott'acqua per più di un'ora.

Passaggio di Drake

Passaggio di Drake

Giorni 10– 11: Traversata del passaggio di Drake.

Arrivo e partenza in giornata.

Se c'è un posto, un mare, una via d'acqua temuti da turisti, ricercatori e induriti marinai, è senza dubbio il passaggio di Drake. Situato alla latitudine dei famigerati venti degli Furious Fifties, tra Cape Horn e le Isole Shetland meridionali, è la via più breve per collegare l'Antartide al Sud America. Come zona di convergenza antartica in cui le correnti fredde che salgono dal Polo Sud incontrano masse d'acqua equatoriali più calde, il Drake Passage ospita una fauna marina molto diversificata. Non dimenticatevi di guardare il cielo per intravedere eleganti albatri e procellarie di Cape, che fluttuano giocosamente nel vento intorno alla nave.

Rientro in Italia

Rientro in Italia

Giorno 12: Ushuaia

Sbarco previsto alle ore 07:00. Trasferimento in aeroporto e volo di rientro per l’Italia.

Richiedi informazioni
A partire da 8950 €

QUANDO PARTIRE


17
Novembre
8950 €
27
Novembre
8950 €
28
Novembre
8950 €
01
Dicembre
8950 €
07
Dicembre
8950 €
11
Dicembre
8950 €
12
Dicembre
8950 €
05
Gennaio
8950 €
07
Gennaio
8950 €
08
Gennaio
8950 €
17
Gennaio
8950 €
24
Gennaio
8950 €
27
Gennaio
8950 €
29
Gennaio
8950 €
08
Febbraio
8950 €
19
Febbraio
8950 €

Singole
Periodi
Garantite
Disponibilità limitata
Speciale Capodanno
Partenze complete


Lo trovi anche in