Gran Tour del Caucaso

Durata 16 giorni

ESCLUSIVA VIAGGI DELL’ELEFANTE

Date di partenza 2024: ogni venerdì

Viaggio di gruppo – minimo 6 partecipanti

16 giorni / 15 notti

Un gran viaggio in Azerbaijan, Georgia e Armenia alla scoperta di grandi ricchezze archeologiche, religiose e naturalistiche. Il tour tocca le principali località, dalla moderna capitale Baku, centro d’arte e di eventi internazionali, a Sheki, con il bellissimo Palazzo d’Estate del Khan, per passare poi a Tbilisi, capitale della Georgia. Si viaggerà inoltre, in una delle regioni più affascinanti della Georgia, lo Svaneti, dove castelli medievali si stagliano su un paesaggio montano mozzafiato; l’alto Svaneti è patrimonio mondiale dell'UNESCO e ospita il più alto villaggio abitato in Europa, Ushguli, a 2100 metri slm. Si terminerà con l’Armenia per ammirare l’affascinante architettura dei monasteri e le testimonianze della civiltà cristiana tra l’Ararat e il Caucaso. 

Plus Elefante

  • Concerto di “Duduk’’ all’interno del tempio Garni
  •  Pranzo in una casa locale a Garni
  •  Degustazione di vini locali
  • Cena folkloristica a Tbilisi



Condizioni di viaggio

Alberghi considerati o similari:

opzione 1

Baku – Sapphire Inn hotel 3*sup., camera standard

Sheki – Sheki macara 3*sup., camera standard

Tbilisi – Golden Tulip hotel 4*, camera standard

Kutaisi – New Port hotel 4* , camera standard

Mestia – Gistola hotel 4*, camera standard

Yerevan – Opera Suite 4*, camera standard

 

opzione 2

Baku – Winter Park hotel 4*, camera standard

Sheki – Sheki Marxal Resort 5*, camera standard

Tbilisi – Golden Tulip hotel 4*, camera standard

Kutaisi – New Port hotel 4* , camera standard

Mestia – Gistola hotel 4*, camera standard

Yerevan – Marriott Courtyard 4*, camera standard

 

CONDIZIONI DI VIAGGIO

Viaggio di gruppo, minimo 6 partecipanti

Prezzi per persona, a partire da:

 

opzione 1                            Euro 3.850,00                    Suppl. singola Euro 490,00

 

opzione 2                            Euro 4.090,00                    Suppl. singola Euro 890,00

 

Tasse aeroportuali a partire da € 290,00 (soggette a riconferma)

Quota d’iscrizione obbligatoria Euro 85,00 a persona (comprende assicurazione medico-bagaglio)

Protezione Elefante da calcolare:  https://www.viaggidellelefante.it/doc/Protezione_Elefante.pdf

La quote comprende
- Volo di linea Italia/ Baku -- Yerevan/ Italia in classe economica
- 15 pernottamenti con la prima colazione negli alberghi indicati o similari (3 notti a Baku, 1 notte a Sheki, 3 notti a Tbilisi, 2 notti a Kutaisi, 2 notti a Mestia, 4 notti a Yerevan)
- Pensione completa (bevande escluse)
- Trasferimento privato aeroporto/ albergo/ aeroporto
- Trasporti in veicolo privato A/C in base al numero di partecipanti (2 partecipanti → sedan, 4 partecipanti → minivan, 6/12 partecipanti → mercedes sprinter, 15 partecipanti → bus GT)
- Trasporto in fuoristrada durante la visita di Ushguli
- Jeeping verso la gola di Garni
- Assistenza/guida accompagnatore locale parlante italiano per tutta la durata del tour
- Ingressi ai siti come da programma
- Degustazione del vino nella cantina Armenia e Tushpa
- Partecipazione alla preparazione del Lavash e Barbecue a Garni
- Concerto di “Duduk’’ all’interno del tempio Garni
- Una bottiglia di acqua al giorno, per persona durante i trasferimenti
- Polizza medico/bagaglio
- Kit di viaggio, guida Azerbaijan, Georgia e Armenia

La quota non comprende
- Visto d’ingresso Azerbaijan
- Mance, facchinaggio e spese di carattere personale (consigliato Euro 5,00 per persona, al giorno)
Tutto quanto non espressamente menzionato nella voce “la quota comprende”


Itinerario di viaggio


1° giorno, Italia - Baku

1° giorno, Italia - Baku

Partenza con volo di linea per Baku. Arrivo ed accoglienza in aeroporto, trasferimento privato e sistemazione in albergo, cena e pernottamento.

2° giorno, Baku – Absheron – Baku (70 km)

2° giorno, Baku – Absheron – Baku (70 km)

Prima colazione. Giornata dedicata alla visita della penisola di Absheron, dove sono visibili gli scheletri dei vecchi impianti petroliferi ed alcuni castelli medievali; si raggiunge il Tempio di Ateshgah, luogo di culto dell’antica religione di Zoroastro, nel villaggio di Surakhani. Si parte poi per Yanardagh– “la montagna che brucia”, una delle bellezze naturali dell’Azerbaigian; qui, a causa della presenza di gas naturale, si generano spontaneamente dal terreno delle fiamme. Pranzo tradizionale in corso delle visite. Nel pomeriggio, visita al centro culturale Heydar Aliyev (chiuso il lunedì). Il complesso è stato progettato dall’ architetto britannico - iracheno Zaha Hadid. Proseguimento con il museo di Tappeti (chiuso il lunedì). Cena in ristorante locale. Dopo cena, Baku by night. Pernottamento.

3° giorno, Baku – Gobustan – Baku (130 km)

3° giorno, Baku – Gobustan – Baku (130 km)

Prima colazione. Mattinata dedicata alla visita di Gobustan, dove, all’interno di un sorprendente sito risalente al neolitico, si possono ammirare più di 4.000 iscrizioni che risalgono a oltre 12.000 anni fa. Proseguimento verso la zona dei “Vulcani di Fango”, una delle maggiori attrattive naturali dell’Azerbaijan, dove sono presenti più di 100 vulcani che conferiscono all’area un suggestivo aspetto lunare. Rientro a Baku dove si potrà ammirare Baku Bay, il porto naturale della città; Pranzo tradizionale in corso delle visite. Nel pomeriggio, proseguimento delle visite di Baku con la città vecchia, i caravanserragli, la famosa Torre della Vergine, le antiche moschee ed infine il Palazzo degli Shrivanshah. Passeggiata lungo il Baku boulevard. Rientro in albergo, cena e pernottamento.

4° giorno, Baku – Shemakha – Kish – Sheki (350 km)

4° giorno, Baku – Shemakha – Kish – Sheki (350 km)

Prima colazione. Partenza per Sheki, con una sosta al villaggio di Mereze per la visita del mausoleo di Diri Baba, un sufi il cui corpo, sepolto qui nel 1402, rimase miracolosamente intatto. Il santuario fu costruito sfruttando una caverna naturale e nel corso dei secoli è diventato meta di pellegrinaggio. Si prosegue verso Shamakha per la visita della Moschea di Venerdì. Pranzo tradizionale in corso delle visite. Arrivo a Sheki, e visita del villaggio di Kish (10 km da Sheki). Rientro a Sheki per la visita del Palazzo d’ Estate di Khan (XVIII) secolo, caratterizzato da magnifici affreschi, e del Museo Storico, dove sono conservati interessanti manufatti provenienti da diversi periodi storici. Cena e pernottamento.

5° giorno, Sheki – Lagodekhi (frontiera) – Gurdjaani – Sighnaghi – Bodbe – Tbilisi (300 km)

5° giorno, Sheki – Lagodekhi (frontiera) – Gurdjaani – Sighnaghi – Bodbe – Tbilisi (300 km)

Prima colazione. Partenza per il confine Azero-Giorgiano (Lagodekhi), cambio auto e guida. Visita della regione di Kakheti, nota principalmente per le vigne e le industrie vinicole, iniziando dal complesso architettonico di Gremi. Proseguimento per Sighnaghi, pittoresca cittadina ricca di monumenti storici. Visita del monastero di Bodbe, il luogo dove è sepolta Santa Nino, "la Luce dei Georgiani", la quale predicò la religione Cristiana in Georgia con una croce fatta di tralci di vite. Pranzo tradizionale in corso delle visite. Partenza per Tbilisi. Arrivo e sistemazione in albergo. Cena e pernottamento.

6° giorno, Tbilisi

6° giorno, Tbilisi

Prima colazione. Giornata dedicata alla visita della capitale della Georgia, Tbilisi, che sorge sul fiume Kura. Con le sue strade strette, le verande acciottolate, le case colorate, diversi quartieri posti uno sopra l’altro e capolavori dell’architettura moderna, Tbilisi è una città ricca di fascino. Visita dalla Chiesa di Metekhi da dove si vede il panorama bellissimo della città vecchia. Si passeggerà nelle stradine per conoscere i monumenti importanti della città. Salita al colle tramite la seggiovia per visitare la Fortezza di Narikala, una delle fortificazioni più vecchie della città, da dove arriviamo alle Terme Sulfuree, dalle cupole costruite con i mattoni, che hanno dato origine al nome di Tbilisi. La giornata termina con la visita del Museo di Storia. Pranzo tradizionale in corso delle visite. Cena e pernottamento.

7° giorno, Tbilisi – Gori – Uplistshikhe – Bagrati – Kutaisi (280 km)

7° giorno, Tbilisi – Gori – Uplistshikhe – Bagrati – Kutaisi (280 km)

Prima colazione. Partenza per Gori, luogo di nascita di Josef Stalin, dove si fa breve sosta fotografica davanti al museo locale a lui dedicato. Si prosegue per Uplistsikhe, la più antica città rupestre esistente in Georgia, fondata nel I millennio a. C. lungo un ramo della Via della Seta. Al termine delle visite si prosegue per Kutaisi, la città antichissima che a più riprese ha giocato un ruolo fondamentale nella storia della Georgia. Fu tra i centri più importanti dell’antica Colchide, zona abitata da 4000 anni, famosa per essere stata la destinazione di Giasone e degli Argonauti in cerca del Vello d’Oro. Pranzo tradizionale in corso delle visite. Arrivo e visita della cattedrale di Bagrati. Sistemazione, cena e pernottamento.

8° giorno, Kutaisi – Gelati – Zugdidi – Mestia (270 km)

8° giorno, Kutaisi – Gelati – Zugdidi – Mestia (270 km)

Prima colazione. Visita di Kutaisi, la seconda città più grande della Georgia. Visita del Monastero di Gelati, un complesso monastico nella regione di Imereti e dell’Accademia di Filosofia. Partenza per Zugdidi, arrivo  e visita del Palazzo di Dadiani. Si prosegue per la remota valle di Svaneti, remota area che costituisce uno dei cuori antropologici del paese, nonché una delle culle della cultura georgiana; gli svani posseggono infatti un’altra lingua, incomprensibile al resto dei georgiani. Sosta lungo il percorso per ammirare il paesaggio naturale. Nel tardo pomeriggio, arrivo a Mestia, dove potremo conoscere la cultura unica dello Svaneti. Pranzo tradizionale in corso delle visite. Sistemazione in albergo. Cena e pernottamento.

9° giorno, Mestia – Ushguli – Mestia (90 km)

9° giorno, Mestia – Ushguli – Mestia (90 km)

Prima colazione. Partenza per Ushguli, uno splendido villaggio situato a 2100 m slm, che rappresenta il centro permanentemente abitato più alto in Europa e anch’esso patrimonio UNESCO. Le numerose torri medioevali troneggiano sul verde dei prati, sormontati dal picco ghiacciato del monte Shkhara, a ben 5068 metri di altezza. Isolata, sorge la bellissima chiesa di Lamaria, risalente al XII secolo. Lungo il tragitto saranno effettuate delle soste per visitare villaggi remoti e chiesine con antichi affreschi. Pranzo tradizionale in corso delle visite. Rientro a Mestia, tempo libero a disposizione. Cena e pernottamento.

10° giorno, Mestia – Prometeo – Kutaisi (270 km)

10° giorno, Mestia – Prometeo – Kutaisi (270 km)

Prima colazione. Partenza per la visita della grotta carsica di Prometeo. Pranzo tradizionale in corso delle visite. Si prosegue verso Kutaisi, arrivo e sistemazione in albergo. Cena e pernottamento.

11° giorno, Kutaisi – Mtskheta - Tbilisi (270 km)

11° giorno, Kutaisi – Mtskheta - Tbilisi (270 km)

Prima colazione. Passeggiata al centro storico e visita del mercato rionale. Partenza per Mtskheta, antica capitale e centro religioso della Georgia: visita della chiesa di Jvari (VI secolo) e della cattedrale di Svetitskhoveli (XI secolo), dove la tradizione vuole che sia sepolta la tunica di Cristo. Entrambi i monumenti sono patrimonio dell’UNESCO. Partenza per Tbilisi, arrivo e sistemazione in albergo. Cena e pernottamento.

12° giorno, Tbilisi – Haghpat - Dilijan – Sevan – Yerevan

12° giorno, Tbilisi – Haghpat - Dilijan – Sevan – Yerevan

Prima colazione. Proseguimento per il confine armeno-georgiano Sadakhlo. Cambio auto e guida, proseguimento per Yerevan. Visita al monastero di Haghpat e Dilijan che è uno dei più famosi villaggi in Armenia, passeggiata nella parte vecchia della città. Proseguimento verso il lago Sevan che si trova a 70 km nord di Yerevan. Sosta fotografica. Visita del monastero Sevanavank. Pranzo in ristorante. Partenza per Yerevan, arrivo e sistemazione in albergo. Cena in ristorante. Pernottamento.

13° giorno, Yerevan – Zvartnots – Echmiadzin - Yerevan

13° giorno, Yerevan – Zvartnots – Echmiadzin - Yerevan

Prima colazione. Incontro con la guida e visita di Yerevan. Si inizierà col Museo della Storia d'Armenia. Pranzo in ristorante. Nel pomeriggio, visita della Cattedrale Madre di Echmiadzin dove risiede il “Chatolicos di tutti gli Armeni”, il cuore della fede armena. Lungo il trasferimento, si visiteranno la chiesa di Santa Hripsime considerata una delle 7 meraviglie dell'Armenia e le rovine del Tempio Zvartnots – la perla dell'architettura del 7° secolo, patrimonio UNESCO. Breve passeggiata al colorato mercato di frutta. Cena in ristorante. Pernottamento.

14° giorno, Yerevan – Khor Virap – Noravank – Yerevan

14° giorno, Yerevan – Khor Virap – Noravank – Yerevan

Prima colazione. Partenza per il monastero di Khor-Virap, la cui importanza è legata a San Gregorio l’Illuminatore, colui che ha introdotto il Cristianesimo in Armenia ed è considerato il primo Cattolico (Patriarca Supremo della Chiesa Apostolica) armeno. Proseguimento per il monastero di Noravank, centro religioso e culturale del 12°secolo. Lungo il tragitto, sosta per la visita della cantina “Tushpa”, dove ci sarà una degustazione dei vini locali. Rientro a Yerevan. Cena in ristorante. Pernottamento.

15° giorno, Yerevan – Garni – Geghard - Yerevan

15° giorno, Yerevan – Garni – Geghard - Yerevan

Prima colazione. Partenza per la visita al Museo del Genocidio. Proseguimento con Matenadaran – museo di antichi manoscritti, che comprendono documenti storici dall'Europa e dall'Asia. Tra questi, la prima copia della Bibbia in armeno e i Vangeli, che affascinano con le loro miniature. Si prosegue per il tempio pagano di Garni - un suggestivo monumento del periodo ellenistico e un impressionante pezzo di architettura antica armena. All’interno del tempio Garni si terrà un emozionante concerto di “Duduk’’ – strumento musicale tradizionale armeno, organizzato per clienti Viaggi dell’Elefante. Pranzo in una casa locale a Garni dove vi è la possibilità di osservare la preparazione del pane nazionale «lavash» e il barbecue nel forno sotterraneo chiamato «tonir». A nord-est di Garni, più in alto della gola del fiume Azat, c'è un magnifico monumento dell'architettura armena medievale, il monastero di Geghard, Patrimonio UNESCO. Rientro a Yerevan. Visita breve al mercato d'artigianato all'aria aperta, Vernissage. Cena in ristorante tradizionale. Pernottamento.

16° giorno, Yerevan – Italia

16° giorno, Yerevan – Italia

Prima colazione. Trasferimento in tempo utile all’aeroporto per il rientro in Italia.

Richiedi informazioni
A partire da 3850 €

QUANDO PARTIRE


2024
19
Aprile
3850 €
17
Maggio
3850 €
31
Maggio
3850 €
21
Giugno
3850 €
12
Luglio
3850 €
02
Agosto
3850 €
23
Agosto
3850 €
20
Settembre
3850 €
25
Ottobre
3850 €

Singole
Periodi
Garantite
Speciale Pasqua
Speciale Capodanno
Speciale Natale


Lo trovi anche in