Lanzhou


Polverosa città lungo il Fiume Giallo, nell’estremo nord della Cina, a 1600 metri di altezza, Lanzhou non sarebbe di interesse turistico se non fosse la porta per la visita delle grotte di Bilingsi e del grande monastero tibetano di Labrang. In città c’è però un museo che racchiude il famoso Cavallo Volante di Wuwei, un bronzetto di qualità sublime del periodo Han. A Bilingsi, presso un lago artificiale, sono scavate nella roccia 183 grotte escavate dal 4° al 15 ° secolo. Si arriva alle grotte in barca a motore, dopo due ore di autopullman da Lanzhou. La statua principale è un Buddha seduto di m. 27. Una magnifica gita di due giorni a sud di Lanzhou porta a Xiahe, ove la popolazione è di origini tibetane. Da Lanzhou si compiono circa 260 Km di strada panoramica lungo la cresta di montagne fino ai 3000 metri della cittadina di Xiahe , con il monastero secentesco di Labrang, uno dei principali monasteri del buddismo tibetano, setta del Cappello Giallo. Vi sono ancora circa 900 monaci ufficiali e 2000 non ufficiali. Nel monastero ci sono ci sono 6 collegi. Il capo monaco di Labrang è terzo in importanza nel mondo tibetano, dopo il Dalai Lama e il Panchen Lama.